Monte del lago, trovate quattro bombe belliche inesplose: tutte fatte brillare

I ritrovamenti sono avvenuti vicino al castello di Zocco e nel tratto di lago della ciclopedonale

Ancora reperti bellici rinvenuti nell’area del Trasimeno risalenti alla Seconda Guerra mondiale. Ben quattro bombe a mano di tipo inglese sono state infatti casualmente scoperte nella giornata del 14 agosto nella zona tra il borgo di Monte del lago e il castello di Zocco. Proprio presso le mura di questo antico maniero il 14 agosto un ragazzo di Magione, a cui era sfuggito il cane mentre era a passaggio tra il Monte e San Feliciano, ha individuato la prima bomba avvertendo subito la Polizia locale. Le forze dell’ordine giunte sul posto ne hanno comunicato il rinvenimento al proprietario del sito, Luca Palombaro, e messo in sicurezza la zona. Al momento della verifica fatta dagli agenti durante le operazioni di brillamento si è constatato che le bombe erano tre.

Il caso ha voluto che proprio nella stessa giornata un’altra bomba a mano sia stata ritrovata in acqua da un pescatore sportivo lungo la riva del tratto di ciclopedonale che passa sotto Monte Del Lago. Questa seconda bomba ha messo in particolare allarme per il punto in cui è stata rinvenuta: vicino alla riva e in un luogo molto frequentato. Situazione di pericolosità che è stata immediatamente segnalata alla Prefettura dagli agenti della Polizia municipale e dai carabinieri della stazione di Magione intervenuti sul posto predisponendo la perfetta bonifica del sito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono quindi state attivate le misure di emergenza e la Prefettura ha disposto l’immediato brillamento di tutti e quattro gli ordigni avvalendosi degli artificieri antisabotaggio dell’Arma dei carabinieri che hanno messo in sicurezza prima la bomba rinvenuta nel lago e poi quelle in località Zocco. Tutti gli ordigni sono stati fatti brillare intorno alle 19. Le operazioni sono iniziate alle 17. Per poterle effettuare in massima sicurezza per poco tempo è stata chiusa al traffico la strada provinciale SP316.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 28 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, ordinanza della presidente Tesei: lezioni a distanza alle medie e alle superiori, stop allenamenti e niente Halloween

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento