menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasimeno, nasce il Corpo di Pronto Soccorso dei Cavalieri di Malta

Le attività saranno coordinate dall’ Associazione Comunicazioni Sociali. Nel 2014 primo Forum Internazionale di Protezione Civile a Isola Polvese. La sezione di Magione sarà specializzata in chiave anti-incendi

Presso la Sala del Consiglio comunale di Magione si è tenuta questa mattina, sabato 28 dicembre, l’incontro di presentazione del progetto di costituzione della sezione Trasimeno del Corpo italiano di pronto Soccorso Ordine di Malta (CISOM), alla presenza del responsabile del progetto, Orlando Barberini, del Sindaco di Magione, Massimo Alunni Proietti, del Capo raggruppamento CISOM Umbria, Maurizio Valentini e di alcuni collaboratori.
 
«L’iniziativa - ha spiegato il coordinatore Barberini – nasce dalla volontà di creare, anche nel Trasimeno, una sezione del CISOM per dare risposta, attraverso un coordinamento di tutte le associazioni di volontariato presenti, alle diverse necessità del territorio». «In particolare – ha specificato Barberini -, la sezione di Magione si occuperà di prevenzione degli incendi boschivi in estate, un gruppo di fuoristradisti che lavorano per le aziende vinicole e agriturismo del Lago Trasimeno hanno già dei percorsi preordinati e sono pronti ad iscriversi al CISOM per un loro impegno civile e di controllo e soccorso in estate nelle aree di particolare afflusso turistico. La Provincia di Perugia, con cui è stato condiviso il progetto, ha già in programma di assegnare una postazione nell'Isola Polvese per la logistica, con volontari già brevettati al salvamento».
 
Il primo cittadino, nel dichiarare la volontà di mettere a disposizione della nuova sezione uno spazio per poter svolgere le proprie attività, ha ribadito il valore fondamentale dell’associazionismo. «Quando ci sono delle difficoltà – ha dichiarato Alunni Proietti – ci sono spesso le associazioni a soddisfare bisogni a cui le amministrazioni non sono più in grado di dare risposta. Quanto proposto – ha aggiunto – non è l’anno zero. Il nostro territorio ha già una fitta rete di associazioni che operano nel sociale e nel culturale di alto livello ma siamo ben lieti di ospitare attività che arricchiscono questa esperienza».
 
Il capo raggruppamento Valentini, oltre a ripercorrere la storia del CISOM, ha spiegato la complessità delle attività che devono essere svolte da un volontario per le quali è richiesta una grande preparazione. «In particolare – ha dichiarato Valentini – penso che oggi siano necessari corsi di ascolto dei bisogni e di non giudizio per riuscire a dare risposta, con umiltà, alle tante esigenze che ci arrivano dalla  quotidianità». Al fine di coordinare le diverse le attività della sezione CISOM si è costituita l'associazione Comunicazioni Sociali. Tra le prime iniziative la creazione  di un sito internet con l’installazione di un programma informatico che codifica 10.000 sostanze chimiche e le loro pericolosità per individuare  - all'istante - tutte le procedure di intervento. Tale strumento via "on line" potrà essere utilizzato da tutto il corpo dei Vigili del Fuoco e dai corpi ad esso collegati.

Tra i programmi a breve dell’Associazione anche l’organizzazione del Forum Internazionale Di Protezione Civile nel 2014, presso Isola Polvese, come evento annuale e come momento di riflessione per tutti gli addetti ai lavori sia istituzionali che del mondo del volontariato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento