Magione, scattano i controlli nei cassoni dei rifiuti: multe a chi non differenzia

Il controllo dei rifiuti avverrà al momento in cui il bidoncino per l’indifferenziata viene svuotato dal personale della Tsa. Il costo delle multe

Controlli a tappeto e più severi per spingere i cittadini sempre di più alla raccolta differenziata e far evitare, anche a suon di multe, comportamenti devianti come gettare nell'indifferenziata carta, vetro o frazione umida. La decisione è stata presa direttamente dai vertici della Tsa - l'azienda addetta allo smaltimento - e dall'amministrazione comunale di Magione.  Il controllo dei rifiuti avverrà al momento in cui il bidoncino per l’indifferenziata viene svuotato dal personale della Tsa.

"Durante i controlli – spiega Luciano Sisani, direttore di Trasimeno servizi ambientali (Tsa) azienda che gestisce il sistema dei rifiuti per il comune – può accadere di trovare materiale, come carta, vetro o frazione umida, nei bidoncini dell’indifferenziato. Materiale che deve invece essere messo nelle campane dislocate nelle frazioni del comune. Oppure, per carta e plastica, negli appositi contenitori che vengono ritirati dagli operatori secondo i giorni e l’orario del calendario dato a tutte le famiglie con il sistema porta a porta". Le sanzioni previste per l’errata differenziazione vanno dai 50 ai 300 euro in base alla gravità del comportamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il controllo – afferma il comandate della polizia municipale Mario Rubechini  - ha anche la finalità di garantire che le riduzioni previste per la tassa sui rifiuti (Tari), siano erogate a chi effettua correttamente la raccolta differenziata e non solo in base al numero degli svuotamenti annui. Al momento, - fa sapere il comandante -, non sono state elevate multe in quanto, in accordo con Tsa, si è proceduto ad una campagna di responsabilizzazione del cittadino con inviti bonari a porre attenzione al momento in cui si getta il rifiuto. Naturalmente, qualora il comportamento scorretto si ripetesse nel tempo, si procederà anche con delle sanzioni pecuniarie".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

Torna su
PerugiaToday è in caricamento