menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia in lutto, è morto Giancarlo Calogero Viviani: "Amante della natura, della musica, della poesia"

È mancato all’affetto dei suoi cari, e a quello degli amici, un personaggio apprezzato da tanti perugini: Giancarlo Calogero Viviani, amante della natura, della musica, della poesia

È mancato all’affetto dei suoi cari, e a quello degli amici, un personaggio apprezzato da tanti perugini: Giancarlo Calogero Viviani, amante della natura, della musica, della poesia. Fin da ragazzo, Giancarlo aveva dimostrato uno speciale rispetto per la natura, osservata e studiata  in tutte le sue infinite declinazioni. Viviani era esperto di geologia e scienze erboristiche. Coltivava da sempre un’intensa passione per la montagna e diventò ben presto leader di un gruppo Cai, composto di amici ed esploratori legati da identica attrazione.

Coltivò lo sport e specialmente l’atletica di fondo, disciplina in cui fu più volte campione regionale nella specialità del salto in lungo. Praticò intensamente lo sci nordico, per immergersi nell’ambiente alpino senza arrecare “disturbo” alle sue montagne che rispettava con venerazione quasi sacrale.

Fu un autentico esperto di musica e frequentò assiduamente tutte le manifestazioni che si tengono nella nostra città. Era amico di musicisti illustri, come suo padre, che lo aveva educato ad un’accorta fruizione del pentagramma.

Giancarlo Viviani era un uomo di vasta e generosa cultura, dotato di una semplicità, che non offuscava la sua profondità di pensiero. Aiutava volentieri chi si trovava in condizioni di necessità. Dotato di forte vocazione pedagogica, riusciva a trasformare ogni momento di vita in un esempio, perpetuando così le sue azioni ed i suoi insegnamenti. Prima di tutto nei confronti dei figli Luca, Maurizio e Camilla, ai quali fece da padre e da “madre”, avendo perduto prematuramente la moglie.

Un amaro destino ha voluto che la cardiopatia – con cui ha combattuto per anni – lo colpisse su una delle sue montagne che tanto amava. Ha cominciato a scrivere poesie (passione condivisa con la moglie) in tempi recenti, accumulando una ragguardevole produzione che è intenzione dei figli e degli amici dare alle stampe.

I funerali oggi, alle 15, nella chiesa di San Giovanni apostolo di Ponte d’Oddi. L’affisso funebre recita: “Un coro soave sui tetti / sulla valle appena nebbiosa / nella chiesa che prega. / Un saluto, un abbraccio / un confidente ritorno”. Ciao, Giancarlo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento