menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si infuria per il rumore e minaccia il vicino di casa: "Prendo la pistola e sparo alle tue figlie"

La storia è sbarcata in aula di giustizia del tribunale di Perugia. Stando ai racconti dei testimoni, il vicino "infuriato" avrebbe cercato di colpire in faccia con un pugno la vicina

"Vado a prendere la pistola e ammazzo le tue vostre figlie". Le parole riecheggiano nell'aula del tribunale come un pugno sordo. Una storia qualsiasi, di difficile convivenza tra vicinato, sfociata questa volta in un atto di rabbia dai contorni inaspettati e finita a processo con l'accusa, per l'imputato, di minacce gravi. La famiglia, parte civile nel processo, è rappresentata dall'avvocato Punziani e ha ripercorso, davanti al giudice, gli attimi di panico vissuti quella sera.  

I vicini salvano un'anziana madre: "Da quanto ha perso il lavoro mi picchia di continuo"

Tutto ha inizio nel gennaio del 2013, in provincia di Perugia:  marito e moglie e le loro figlie piccole, il nipote della coppia e la fidanzata, sono in casa ed hanno appena finito di mangiare, quando, improvvisamente, un rumore sordo li distrae. "Sembrava come se qualcuno stesse battendo con un bastone il pavimento, subito mi sono affacciato al pianerottolo- racconta il testimone in aula- e ho visto salire in fretta e furia il vicino che abitava sotto il nostro appartamento". 

"Sposta quella bicicletta", diventa una furia e punta una pistola carica alla tempia del vicino“

Il racconto prosegue: "Ha cercato di colpire con un pugno in faccia mia moglie, poi ha minacciato di andare a prendere la pistola e di sparare alle nostre figlie". A quel punto, è il nipote ad intervenire, cercando di trascinare lo zio dentro casa e di richiudere la porta. Il padre di famiglia, uscito in balcone a fumare una sigaretta, ha raccontato come l'uomo avrebbe continuano a "sfidarlo".

Stando ancora a quanto riferito da un'altra testimonianza, il vicino, presunto colpevole delle minacce, si sarebbe infuriato per dei rumori che sarebbero stati prodotti proprio dalla famiglia al piano di sopra. Ma non finisce qui perchè la famiglia, dopo aver allertato le forze dell'ordine e sporto denuncia querela, ha raccontato come quei comportamenti abbiamo spaventato e traumatizzato le figlie piccole. Si tornerà nuovamente in aula il prossimo 4 gennaio. 

"Fate troppo rumore, dovete smetterla": rissa tra vicini, rimangono feriti in tre

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento