Cronaca

Lite tra ex davanti al giudice: lui condannato per minacce, lei assolta per legittima difesa

L'uomo avrebbe avvisato la donna che le avrebbe fatto chiudere l'attività, lei lo avrebbe schiaffeggiato. Reato prescritto, ma resta la condanna civile

Lui minaccia la ex e viene condannato. Lei schiaffeggia l’ex e le concedono la legittima difesa putativa.

La vicenda giudiziaria prende avvio nel lontano 2012, a Perugia, con una coppia che si lascia in maniera turbolenta, tra accuse e ripicche.

Fino all’ultimo incontro, quando l’uomo si rivolge alla donna in tono minaccioso: “Tanto prima o poi ti faccio chiudere l’attività”.

La donna replica, non a parole, ma con due schiaffi all’uomo.

Denunce incrociate ed entrambi i protagonisti che finiscono davanti al giudice di pace: lui accusato di minacce, mentre lei deve rispondere dell’accusa di lesioni. Entrambi si costituiscono parte civile.

Il giudice di pace assolve la donna per legittima difesa putativa e condanna l’uomo.

Così lui, difeso dall’avvocato Claudia Orsini, fa appello al giudice del Tribunale di Perugia. Dopo una lunga camera di consiglio, il magistrato ha dichiarato il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione, ma ha confermato la sentenza del giudice di pace per quanto riguarda le statuizioni civili.

La donna era difesa dall’avvocato Laura Modena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite tra ex davanti al giudice: lui condannato per minacce, lei assolta per legittima difesa
PerugiaToday è in caricamento