menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale 2013, Un libro è sempre regalo ben gradito: ecco quali consigliamo

A Natale un libro è sempre gradito, quindi se non avete proprio idea di quale regalare, noi di PerugiaToday abbiamo stilato una lista per voi. Dai classici alle inchieste, non dimenticando ovviamente quelli per bambini

È vero, nell’odierna frenetica società in cui viviamo c’è sempre meno tempo per leggere, è vero, esiste l’ebook, il formato digitale del libro, è vero.. Ma come non apprezzare quel tipico odore che si sprigiona dalle pagine, la copertina, le consuete orecchiette che segnano il punto da cui dobbiamo continuare a leggere. È consolante avere un libro a fianco a noi sul comodino, ci ricorda (e a volte ne abbiamo bisogno), che siamo ancora “umanizzati”, figli contemporanei di quel santo Gutenberg, che rivoluzionò drasticamente la stampa.

E non vogliamo che scompaia dietro l’assoluta tecnologizzazione ad ogni costo, sintomatica di un progresso che avanza inesorabile; cosa ci resterà da leggere tra 50 anni? Speriamo non solo formati digitalizzati. Augurandoci che il beniamino supporto libraceo faccia eternamente parte della nostra libreria, PerugiaToday ha stilato una piccola lista sui libri da regalare per questo Natale; (è sempre un regalo gradito, a basso costo e facilmente riciclabile se non dovesse piacere), considerato l’immenso repertorio della letteratura mondiale, di certo non potrà essere esaustivo, ma utile, almeno, per qualche spunto e curiosità.

Cinque libri dal passato

1984, di George Orwell. È impressionante l’attualità di certi libri del passato (è stato scritto nel 1948), a tratti addirittura profetico. Per la prima volta viene delineato il personaggio de “il grande fratello” nella società descritta da Orwell. Quel grande fratello che controlla tutto e tutti e che “vi guarda”… Spiazzante e geniale.

Le nonne, Doris Lessing. Il premio Nobel per la Letteratura 2007, scomparsa quest’anno all’età di 94 anni, ha avuto molto da raccontare sulle perturbanti visioni femminili della vita. Ne “le nonne” (una delle sue ultime opere) c’è tutto questo e forse di più, l’amicizia fra due donne, e quello strano intreccio d’amore con i rispettivi figli di ciascuna. Intenso, per via di quel senso sconcertante delle umane possibilità che ha volte ci distolgono dal quieto e banale vivere.

Il Delta di Venere, Anais Nin. Per rinnovare un po’ di pepe sotto le lenzuola, anche la letteratura erotica gioca il suo ruolo; non aspettatevi il kamasutra comunque. Anais Nin, la più controversa tra le scrittrici del 900, diede alla luce, negli anni 40, il libro scandalo di racconti erotici riuniti sotto l’emblematico nome de “Il Delta di Venere”, commissionati da un insolito “collezionista” per uso privato. Venne pubblicato nel 1987. Da leggere in compagnia.

Il giorno della civetta, Leonardo Sciascia. Scrittore, saggista e giornalista, di origine siciliana, scrive questo libro nel 1960  traendo spunto dall'omicidio di Accursio Miraglia, un sindacalista comunista, avvenuto a Sciacca nel gennaio del 1947 per mano della mafia.

Il giardino dei Finzi Contini, Giorgio Bassani. Con questo classico della nostra letteratura, Bassani si aggiudicò nel 1962 il premio Viareggio. Una girandola temporale di memorie passate, la tragica fine della famiglia Finzi Contini, i tempi cupi del fascismo e delle leggi razziali. Un bellissimo exploit di storia e narrazione.

Cinque libri dal presente

Gomorra,  Roberto Saviano. Coraggioso libro denuncia  sui luoghi della camorra, da 10 milioni di copie nel mondo. Il quotidiano statunitense New York Times lo ha inserito nella classifica dei 100 libri più importanti del 2007.Acciaio, Silvia Avallone. Giovanissima scrittrice, con Acciaio si è già portata a casa il premio Campiello nel 2010, a soli 26 anni. Sullo sfondo la potente acciaieria di Piombino e i sogni di riscatto di due belle adolescenti.

La strada, Cormac McCarthy. È lo scrittore di “Non è un paese per vecchi”, è lo scrittore che sa ridare speranza nonostante l’apocalittico sfondo su cui muove i suoi personaggi alla deriva. Quelli “buoni” che portano il fuoco. Commovente, nonostante i toni desolanti di una civiltà giunta alla sua fine. (2006).

Oceano Mare, Alessandro Baricco. Scrittore pluriosannato, pluricriticato, per via di un certo “manierismo” letterario consapevole ed ostentato, scrive questa opera surreale nel 1993. Poetica, scintillante come il mare che le fa da sfondo. Dai toni lirici e ancora comprensibili.

Romanzo Immobiliare, Enzo Beretta. Un’ entusiasmante volume sull’Italia malata; l'inarrestabile ascesa di Diego Anenome e dell'inchiesta sulla 'Cricca' e i Grandi Eventi, a firma di un giovane e brillante giornalista.

Cinque libri per ridere

La ballata delle prugne secche, Pulsatilla. È un mondo ironico quello descritto da questa brava e divertente blogger, vero nome Valeria di Napoli, ma è anche il mondo delle giovani donne che si affacciano alla vita. Illusioni e disillusioni nelle vesti di una tragicomica ilarità.  Per ridere a crepapelle. (2006).

Piccoli suicidi tra amici, Arto Paasilinna. Si può davvero ridere della morte? Forse si, grazie alla vena comic noir dello scrittore finlandese Paasilinna, che, utilizzando la scrittura come eroina esorcizzante, ipotizza due ipotetici suicidi. Due luoghi. Due improbabili incontri. (2006).

Uomo impotente cercasi per serena convivenza, Gaby Hauptmann. Carmen ha 35 anni. Donna in carriera, attraente e sicura di sé. Può avere tutti gli uomini che vuole, ma gli uomini vogliono una cosa sola e lei non ne vuole più sapere. Allora? Mette un annuncio sul giornale. "Cercasi uomo con cui dividere felicità, hobbies, amicizia. Caratteristiche indispensabili: intelligenza e impotenza." Verve e humor nero per questa intrigante scrittrice tedesca. (2002).

Buon apocalisse a tutti!, Terry Pratchett e Neil Gaiman. Godibilissima commedia metafisica sull’apocalisse, è una parodia del genere del film "Il presagio" (The Omen) e di altri libri e film dove compaiono la nascita del figlio di Satana, l'Armageddon imminente e simili. Scritta a quattro mani, pullula di personaggi spassosissimi e situazioni esilaranti. (1990).

Agosto moglie mia non ti conosco, Achille Campanile. Tra i più grandi umoristi del 900 italiano. Un luogo di villeggiatura sul golfo di Napoli, un gruppo di villeggianti, una pensioncina dove alloggiare e pessimo cibo. Amori e amorazzi sullo sfondo. Un naufragio. Un’intricata vicenda di donne bellissime, dongiovanni inpenitenti, cinture di castità, palombari… Da riscoprire. (1930).

Cinque libri per bambini e ragazzi

La vita e le avventure di Babbo Natale, Frank l. Baum. Una splendida storia sul papà del Natale più famoso al mondo, uscita dalla penna del creatore del Mago di Oz. (1902).

Storie e filastrocche del Natale, Gianni Rodari. Un immancabile classico per bambini, scritto da colui che rivoluzionò, con estro e genialità, la letteratura per l’infanzia.

Tutte le fiabe, ed. integrale, di Andersen H. Christian. Le fiabe più amate di sempre, da leggere sotto le coperte, aspettando l’arrivo di Babbo Natale.

E per i più grandicelli…

Marcovaldo, Italo Calvino. Le mitiche novelle di Calvino pubblicate nel 1963 Meravigliosa l’edizione illustrata da Sto, (Sergio Tofano) attore teatrale e cinematografico.

Sandokan, Emilio Salgari. L’intramontabile protagonista di numerosi romanzi d'avventura del ciclo dei pirati della Malesia creato dal celebre scrittore veronese di romanzi d'avventura Emilio Salgari.

PerugiaToday augura buon Natale e buona lettura a tutti!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento