In 5mila per dire "no" alla Mafia e alla illegalità: "Siete la forza del cambiamento"

A Perugia, come nel resto delle altre città, dal grande palco sono stati letti i circa mille nomi delle vittime della mafia

Cinquemila persone hanno voluto ribadire, sfilando in centro storico a Perugia, il loro impegno quotidiano contro le mafie e contro l'illegalità che distrugge l'anima, le famiglie e l'economia reale del paese. Il popolo di Libera - con tantissimi studenti al seguito, anche delle elementari -, armato di bandiere e cartelli, da Piazza del Bacio fino a Piazza IV Novembre ha sfilato per chiedere anche un impegno più forte dello Stato nella lotta alla criminalità organizzata, il sostegno alle vittime e alle loro famiglie e tempi più veloci per assegnare alle associazioni i beni sequestrati alle mafie.

A Perugia, come nel resto delle altre città, dal grande palco sono stati letti i circa mille nomi delle vittime della mafia. Hanno prestato la loro voce anche i vertici delle forze dell'ordine, sindacalisti e il sindaco di Perugia, Andrea Romizi. Tanti applausi per il messaggio in diretta da Messina di Don Ciotti: "Da questo popolo - ha detto - arriva un messaggio forte. Costruiamo ponti di memoria e luoghi di impegno ovunque. Abbiamo bisogno di un'opera quotidiana dicittadini responsabili capaci di tradurre la domanda di cambiamento in forza di cambiamento. Servono un'accelerazione dei tempi e un chiarimento netto sulle priorità che Parlamento e governo devono darsi. C'è una grande riforma da fare in Italia: la riforma delle nostre coscienze".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ancora: "Cari ragazzi la mafia e la corruzione sono dei parassiti che svuotano ciò che c'è di bene fino al punto di uccidere tutto e tutti. Noi questo non lo dobbiamo permettere".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

  • Non rispetta le norme anti Covid-19, multato parrucchiere e negozio chiuso

Torna su
PerugiaToday è in caricamento