← Tutte le segnalazioni

Altro

Il giardino diventa territorio di caccia: cinghiale e segugi devastano tutto

La battuta di caccia al cinghiale è finita nel giardino di casa con tanto di cinghiale infuriato che ha devastato tutte le recinzioni e cani al seguito. In più anche spari di cacciatori praticamente a meno di cento metri dall'abitazione. Una mattinata di paura che ha visto coinvolto una famiglia che si era radunata per la domenica. Per fortuna i nipoti - di 4 e 7 anni - si trovavano nella casa dopo aver giocato a lungo in quel giardino divenuto territorio di caccia. Una nostra lettrice ci ha raccontato in prima persona questo episodio chiedendo delle sanzioni per chi ha "ingenerato questa situazione di pericolo". ECCO IL RACCONTO

Questa mattina intorno alle 10,30, dopo una nutrita serie di spari da diversi cacciatori, di cui uno a circa 100 metri dalla nostra abitazione, ha fatto irruzione sul prato di casa nostra un grosso cinghiale ferito inseguito da una torma di cani di cui alcuni insanguinati. Il cinghiale ed i cani si sono aggirati intorno a casa per una decina di minuti finchè il grosso animale ha sfondato la rete che circonda la casa (la rete è una rete anticinghiale chiamata "Ursus Fort", che non ha retto alla sua disperata fuga) fuggendo inseguito dalla maggioranza dei cani, mentre alcuni sono rimasti pericolosamente in giro in quanto non hanno trovato per molto tempo un varco di uscita.  

Fortunatamente, i componenti della famiglia erano in casa, compresi 2 nipoti di 4 e 7 anni: sappiamo tutti quanto può essere aggressivo e pericoloso un cinghiale ferito. Se ai cacciatori è permesso invadere le proprietà altrui, che sappiano almeno colpire il bersaglio. E' intervenuta la Polizia Provinciale e mi piacerebbe sapere se vi saranno sanzioni nei confronti di chi ha ingenerato una situazione potenzialmente molto pericolosa per i pacifici cittadini.

Clara Zavka.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • Avatar anonimo di Carlo
    Carlo

    Sig.Etrusco non si può giustificare la caccia o cambiarne opinione in base ad un incidente. Gli animali come noi fanno parte del creato. Se l'incidente l'avesse causato un cane che facciamo li ammazziamo tutti. 

  • Avatar anonimo di Simone
    Simone

    Cari signori io ero presente e quello che è ststo scritto non rispinde asdolutamente alla verità. In primis si è cercato di rispettare tutte le regole soprattutto quelle legate alla sicurezza sia dei cacciatori che delle altre persone e poi quello di rispettare le distanze da case e strade. Il cinghiale non era affatto ferito e la recinzione citata è semplicemente una rete per le pecore e pure vecchia. Purtroppo il cinghiale è un animale selvatico e mon può essere telecomandato. Decide lui dove andare. Credo sia il caso di smettere di attaccare noi cacciatori e soprattutto di rispettare tutti e smettere di attacare ed offendere costantemente la categoria dei cacciatori.

    • Avatar anonimo di Clara
      Clara

      Che strano io non ho visto questo Simone nel mio giardino! Ma il sangue e la rete sfondata,ripeto una rete URSUS forte,e'stata vista anche dalla polizia provinciale intervenuta e che spero abbia anche scritto un verbale

    • Avatar anonimo di Federico Nenci
      Federico Nenci

      Gentile Sig. Simone, in quanto padre dei due bambini citati nella lettera, ero presente alla baraonda generata dal cinghiale con muta di cani al seguito. La posso rassicurare sull'autenticità e veridicità della lettera e, visto che sostiene di essere stato presente, avrebbe potuto informarsi e verificare personalmente i danni creati dalla vostra azione, nonchè ripagare i danni. Soprattutto dopo che la Polizia (che noi abbiamo chiamato) dopo aver visto la rete danneggiata con le tracce di sangue è venuta ad identificarvi. Invece ha preferito dare dei bugiardi a noi e fare del vittimismo sui cittadini cattivi che offendono voi poveri cacciatori che sparate in mezzo alle case... Se fosse venuto a verificare, avrebbe potuto notare come ci sia una doppia recinzione, una che separa il campo dove vivono dei cavalli (che fortunatamente si son salvati dalla vostra abile sparatoria mattutina) ed un recinto interno anticinghiale che separa il campo dal giardino. Secondo lei abbiamo citato marca e modello della rete per essere smentiti dal primo che capita? lo sa che abbiamo verificato da dove è entrato e da dove è uscito il cinghiale seguendo le tracce di sangue per 200metri? e lei sostiene che non era ferito. Anzi, magari lo inseguivate e gli sparavate solo per fargli uno scherzo, vero? ma per favore... Per ultima cosa, vorrei vedere se il giardino ed i figli fossero stati i suoi. Sicuramente avrebbe appezzato il commento del cinghiale telecomandato. Poi nel caso avesse ucciso uno dei suoi figli, che vuole, il cinghiale è un animale selvatico, mica potrà incolpare quei cacciatori che lo hanno spedito sul suo prato, poverini. Mi faccia il favore, la prossima volta pensate un po' meno all'incolumità dei cacciatori ed un po' più a quella degli abitanti. Così creerete meno danni agli altri e vi estinguereste più facilmente.

    • Signor Simone, come lei anche io amo la natura, facendo parte di un club, ma spesso, quando è aperta la caccia, alcuni suoi "colleghi" non rispettano il bosco e poichè è di tutti e giusto che venga vissuto nel miglior modo possibile, e spesso questa gente, fa si che poi diventi tutto un erba un fascio, e ci si incavola con chi va in moto, chi spara nonostante si avvisa del passaggio, ma per fortuna ci sono anche cacciatori, ben educati, che si uniscono a fare un tratto di strada e scambiare due parole, che poi è come dice Lei che un animali magari incavolato non sa che strada prende, e accadono i danni se poi i cani e i cacciatori lo seguono, basterebbe un pochino di civiltà da parte di tutti, perchè i boschi sono a disposizione di tutti quanti...e le auguro anche a lei di fare due passi con noi se capiterà sullo stesso percorso...

  • e mi permetta, signor carlo, ma il senso del suo intevento qual'è?con il suo commento sensa senso ,dà valore al mio commento.(chiuso l'argomento)

  • Avatar anonimo di Carlo
    Carlo

    Etrusco certi commenti alla collettività li potevi risparmiare....sono sensa senso

  • un mese fa mio figlio ha avuto un frontale con un cinghiale di 100 kg lungo la e7 localita umbertide alle 4.30 di mattina recandosi al lavoro, ed ha avuto una gran botta di culo non facendosi nulla.auto distrutta frontalmente!!!non è stato il primo e non sarà l' ultimo!!altri hanno avuto meno fortuna di lui.certe opinioni sulla caccia,possono nel breve giro di tempo cambiare radicalmente se la propia pelle magari ne è scottata.da pescatore sono ovviamente a favore della caccia nel senso più sportivo ed etico.

  • sempre i soliti tonti a non rispettare le regole...

    • Avatar anonimo di marcello
      marcello

      per fortuna che ci sei tu che sai tutto e censuri gli errori di noi poveri mortali!  Ma fatti spanare la fregna, vecchia isterica!

      • Vede Marcello Lei non ha nemmeno il coraggio di mettersi pubblico come profilo, ma detto questo, Le consiglio vivamente prima di accusare e offendere di informarsi bene (o da parte dei suoi scagnozzi) sulle mie censure ai vari commenti, poiché esiste la libertà di pensiero (anche quando certi dicono cazzate e offendono) e lungi da me certi atti. Per quanto riguardi il farmi fottere, per sua informazione non ho di questi problemi, ma per mia fortuna so selezionare i soggetti, e spiacente che lei avendo mancanza di materia grigia non faccia parte di quella cerchia..Pertanto se vuole continuare a commentare "da comune mortale" veda di farlo con giusta causa altrimenti...da vecchia isterica (come mi ha definito lei) eviti di ROMPERMI IL CAZZX

  • Ma perchè nn la chiudono stò cavolo de caccia ? Si armano e si vestono come se andassero in guerra per abbattere 4 uccelli e un maiale ..... Che coj........ E chi gli permette tutto questo

Segnalazioni popolari

Torna su
PerugiaToday è in caricamento