La lettera di una mamma, “grazie all'Ospedale di Foligno ho vissuto la meravigliosa esperienza del parto”

Dopo una difficile esperienza con il parto, una madre ha voluto ringraziare il reparto di Ostetricia dell'Ospedale di Foligno per averle fatto vivere con gioia e serenità, la nascita della sua piccola Anna

Riceviamo e pubblichiamo la toccante lettera di un madre che ha voluto ringraziare il personale del reparto di Ostetricia dell'Ospedale di Foligno che l'ha aiutata nel meraviglioso percorso della nascita della sua seconda figlia, venuta alla luce il 16 marzo di un anno fa. “Perchè la nascita è un giorno meraviglioso e non scontato”.

“Esattamente un anno fa nasceva la mia seconda figlia Anna nel reparto Ostretricia e Ginecologia dell'Ospedale San Battista di Foligno. Un giorno meraviglioso, non scontato. Cinque anni prima, il giorno in cui è nata la mia prima figlia, era stato uno dei momenti più dolorosi, spaventosi e difficili della mia vita: svegliarsi in una stanza di terapia intensiva senza poter vedere la bambina che hai inutilmente tentato di far nascere naturalmente dopo 16 ore di sala parto...non è esattamente il modo migliore di diventare mamma, anche quando tutto va per il meglio. Ti senti distrutta, senza forza e coraggio, Sbagliata, inadeguata.

Con questo fardello di brutti ricordi mi sono rivolta al reaprto di Ostetricia dell'Ospedale di Foligno, nella speranza di tornare a csa sana e salva e con qualche ricordo più in armonia con le circostanze. Il team di medici ed ostetriche (quasi tutto rosa) che ha lavorato al parto cesareo mi ha fatto sentire serena, tranquilla, in buone mani. Ma soprattutto "rispettata" e "coccolata". E questo grazie si alla professionalità ed alla competenza, ma anche ad una cosa che raramente incontriamo sul nostro cammino: quella cosa che spinge un essere umano ad accudirne un altro anche se non lo si conosce; solo per quelle capacità di mettersi nei panni dell'altro, di sentirsi sempre e comunque fratelli..anzi, sorelle. 

Quando una bambina nasce in un reparto così, è molto fortunata perchè la sua mamma, rimasta sempre sveglia, può subito occuparsi di lei, si sente felice e tutto diventa più facile,in una catena di eventi positivi l'uno dipendente dall'altro (benessere bambino, perfetto inizio dell'allattamento, e così via). 

Per questo che, ad un anno da quel giorno perfetto, voglio ringraziare di cuore tutte le persone che mi hanno aiutato: in particolare la Dott.ssa Stefania Bori e la Dott.ssa Lisa Scassellati e tutte quelle persone che erano con me di cui, pur non conoscendo i nomi, non potrò mai dimenticare i volti. Grazie"

Chiara e Anna

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Pescara-Perugia 2-1, al posto di Oddo parla Goretti che accusa: "Sottil antisportivo"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 agosto: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento