menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia la moglie poi minaccia gli agenti con una tanica di benzina: arrestato

Arrestato in flagranza per resistenza a pubblico ufficiale, aveva minacciato gli agenti intervenuti a seguito della chiamata della moglie

Ha minacciato i poliziotti con una tanica di benzina e un accendino, intervenuti a seguito della chiamata della moglie, aggredita poco prima e picchiata. Lui, un uomo di origine albanese, da tempo stabile ad Assisi e da qualche mese rimasto senza lavoro, ha picchiato la propria convivente a seguito di un banale screzio, provocandole ferite giudicate guaribili in una decina di giorni.

E' stata la donna a raccontare agli agenti del Commissariato di Assisi, la violenta aggressione subita dal marito, ma quando i poliziotti sono intervenuti, entrando in casa, l'uomo ha apposto resistenza e li ha minacciati con il liquido infiammabile all'interno di un contenitore di plastica. I poliziotti sono riusciti a riportare la situazione alla calma, poi, una volta "disarmato", lo hanno tratto in arresto e accompagnato in Commissariato in attesa del processo con rito direttissimo che si è celebrato questa mattina al tribunale di Perugia. Il giudice Pazzaglia ha convalidato l'arresto e accolto la richiesta di patteggiamento a un anno e otto mesi con la sospensione condizionale della pena. L'uomo - difeso dagli avvocati Ermes Farinazzo e Roberto Tittarelli - è stato rimesso in libertà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento