menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Super Leo Cenci non si ferma, regalo speciale a Malagò: tutto pronto per gli "Oncology Games"

L'Unione Europea ha deciso di finanziare gli "Oncology Games", un progetto ideato da Cenci, presentato dal Tucep (Tiber Umbria Comett Education Programme) e che vede il sostegno del Coni e di "Avanti Tutta"

"Giovanni Malagò una volta mi ha definito un 'gigante' della vita, lui invece per me è il 'gigante' dello sport, il numero uno d'Italia. Per questo motivo, per l'amicizia e per la stima che mi lega a lui, che ho deciso di donargli il mio pettorale, quello con cui ho corso la maratona di New York, che si è tenuta lo scorso 6 novembre". Con questa motivazione Leonardo Cenci, il primo italiano al mondo ad aver preso parte e terminato una gara sulla distanza di 42,195 km con un cancro in atto, ha regalato a Giovanni Malagò, Presidente del CONI, il suo "64502", il numero con il quale ha preso parte alla competizione internazionale, che è il simbolo della sfida vinta: il 44enne perugino, infatti, stava preparando la partecipazione alla maratona nel 2012 quando scoprì di avere un cancro al polmone e pochi mesi di vita.

La consegna del pettorale è avvenuta venerdì 16 dicembre presso la sede del CONI, situata a largo Lauro de Bosis 15 a Roma. “E’ una giornata importante, sono onorato di ricevere il pettorale che Leonardo ha indossato a New York – ha detto Giovanni Malagò mentre riceveva la cornice - perché è il simbolo del coronamento di un sogno. Rappresenta una sfida vinta, la possibilità di credere che – attraverso lo sport – ogni sfida si può affrontare senza essere sconfitti in partenza. Complimenti a Leonardo, uno straordinario esempio di coraggio e di passione”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento