menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La legge per Umbria Jazz è realtà, un milione all'anno al Festival: "E' il fiore all'occhiello di Perugia"

L'amministrazione comunale: "Tutto ciò permetterà ad Umbria Jazz di continuare a crescere e di essere sempre più evento attrattivo per gli appassionati di tutto il mondo"

Approvata alla Camera e anche al Senato: la legge per Umbria Jazz è realtà. Un milione di euro l’anno e l’inserimento del Festival tra gli eventi italiani di assoluto prestigio internazionale. Una notizia importante per Perugia, tanto che il sindaco Romizi e tutta l’Amministrazione comunale esprimono “grande soddisfazione per l’approvazione da parte della Commissione Cultura riunita in sede deliberante al Senato della legge che riconosce Umbria Jazz tra i festival italiani di assoluto prestigio internazionale”.

E ancora: “Come già affermato da questa Amministrazione mesi fa, al momento del voto in Parlamento, la legge in questione, che permetterà di avere un cospicuo finanziamento, è il riconoscimento del valore culturale della manifestazione, fiore all’occhiello della nostra città. Tutto ciò permetterà ad Umbria Jazz di continuare a crescere e di essere sempre più evento attrattivo per gli appassionati di tutto il mondo. Un ringraziamento va ai parlamentari umbri ed a tutti coloro che hanno agito affinché la legge venisse approvata”. Per la cronaca, nella votazione alla Camera, Movimento 5Stelle e Lega Nord tentarono di affossare la legge. 

Soddisfazione anche per il deputato Pietro Laffranco: “Grande soddisfazione per il via libera definitivo del Senato al riconoscimento dell’Umbria Jazz nel novero dei festival di interesse nazionale. La legge, a prima firma Sereni e sottoscritta da me e da altri parlamentari umbri, prevede un finanziamento di un milione di euro l’anno, assicurando in questo modo il prosieguo di una  manifestazione dallo straordinario valore artistico e culturale con importanti ricadute sul turismo in Umbria. Un segnale positivo per la Regione, ancora scossa dagli ultimi eventi sismici, che unitamente a quella che finanzia annualmente con la stessa cifra il Festival di Spoleto, può dare nuovo impulso alla filiera cultura turismo, centrale per un nuovo sviluppo economico dell'Umbria. Siamo certi che la Fondazione Umbria Jazz saprà utilizzare al meglio questa importante opportunità che il Parlamento ha voluto attribuire”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento