menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto Cesareo, 18enne umbro disperso in mare. Il racconto del bagnino che ha salvato l'amico

Il racconto del bagnino, Giulio Paglialunga, 19 anni di Copertino, che ha salvato l'amico umbro di Matteo Ubaldi, quest'ultimo disperso in mare da ormai 24 ore

“Abbiamo notato che in acqua vi erano alcuni bagnanti e che si stavano allontanando sempre di più,tanto che abbiamo fischiato più volte durante la giornata per sottolineare il rischio e richiamare tutti a riva. Ma il richiamo non era servito. Ci siamo lanciati in acqua: abbiamo raggiunto e recuperato il 17enne. Era in stato di choc, ma fortunatamente cosciente. Si muoveva poco e in maniera impacciata, per via del panico e anche per l’acqua ingurgitata”. E' il racconto del bagnino, Giulio Paglialunga, 19 anni di Copertino, che ha salvato l'amico umbro di Matteo Ubaldi, quest'ultimo disperso in mare da ormai 24 ore. 

Il ragazzo spoletino era stato avvistato in forte difficoltà, poco dopo questo salvataggio, da una donna che si trovava a riva: "C'è un secondo ragazzo trascinato al largo dalla corrente". Da quel momento, l’immediato allarme lanciato a tutte le forze dell’ordine, partendo dall’Ufficio locale marittimo della guardia costiera. A riva, intanto, due famiglie in stato di agitazione. Purtroppo quello di ieri era un giorno di allerta meteo preannunciata. Visti gli avvisi diramati e le comunicazioni via app sui cellulari, il mare grosso non andava sfidato. Sono ridotte al lumicino le speranze di trovare ancora vita Matteo Ubaldi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento