menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori di pubblica utilità, firmati gli accordi per l'assistenza a malati e disabili o attività di prevenzione contro il randagismo,

Il Comune di Gualdo Tadino e la Confraternita di Assisi hanno sottoscritto i protocolli con il Tribunale di Perugia per accogliere fino ad 11 persone che devono lavorare per la comunità e non andare in carcere

Il lavoro di pubblica utilità è una sanzione penale sostitutiva al carcere e prevede la prestazione di un’attività non retribuita a favore della collettività da parte del condannato.

Si possono svolgere presso enti statali, regionali, provinciali e comunali o in enti e organizzazioni di assistenza sociale o volontariato che si occupano di malati, anziani, portatori di handicap, minori, ex detenuti o extracomunitari, protezione civile, tutela del patrimonio pubblico e ambientale o in altre attività pertinenti alla specifica professionalità del condannato.

La prestazione di lavoro utile si applica nei casi di violazione del Codice della strada, della legge sugli stupefacenti, come obbligo dell’imputato in stato di sospensione del processo e messa alla prova e come obbligo del condannato ammesso alla sospensione condizionale della pena.

Enti e associazioni che si prestano ad ospitare persone per svolgere i lavori di pubblica utilità, devono sottoscrivere un accordo con il Tribunale. Le più recenti sottoscrizioni sono quelle firmate tra il Tribunale di Perugia e la Confraternita di Assisi e il Comune di Gualdo Tadino.

La Confraternita di Assisi - Servizio ambulanze, socio-sanitario e protezione civile consente di accogliere cinque persone da adibire alle attività di accompagnamento ed assistenza di pazienti dializzati dalla propria abitazione all’ospedale e viceversa; al trasporto ed assistenza di pazienti presso i centri di riabilitazione territoriale dell’Azienda Usl; al trasporto ed assistenza di persone diversamente abili; al trasporto ed assistenza di pazienti per visite specialistiche ospedaliere e/o presso i centri di salute dell’Azienda Usl o strutture private; ad attività di Protezione civile.

Il Comune di Gualdo Tadino accoglierà fino ad un massimo di sei persone da impiegare nel Settore politiche sociali e culturali nella attività di supporto ai servizi culturali, ai disabili, anziani e minori; nel Settore tecnico per lavori di manutenzione del patrimonio pubblico, in particolare per il verde pubblico, attività di salvaguardia del patrimonio boschivo e forestale, tutela ambientale e protezione civile; nel Servizio di polizia municipale, infine, saranno utilizzati per le attività di prevenzione del randagismo.

Tutte le attività non sono retribuite e il comportamento del soggetto avviato al lavoro dì pubblica utilità deve essere improntato al perseguimento dell’efficienza dei servizi istituzionali e delle attività previste dalle associazioni o dagli enti pubblici che hanno sottoscritto i protocolli con il Tribunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento