rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca

"Lasciatemi stare o vi faccio sbattere in Sardegna" e poi tenta la fuga: processato per resistenza a pubblico ufficiale

L'imputato era stato fermato dai Carabinieri mentre, ubriaco, infastidiva i passanti e bloccava le auto per strada

È l’incubo di Diego Abatantuono in “ViuuuIlentemente mia”: quello di finire, punito per scarso rendimenti in servizio, in Barbagia, cioè in Sardegna.

Una minaccia, appunto quella di “vi faccio sbattere in Sardegna” (usata malamente come sinonimo di terra inospitale e dura), che è costata un processo ad un 35enne fermato per un controllo dai Carabinieri.

Il giovane, in preda all’alcol, la sera dell’8 agosto del 2019, “stava importunando alcuni passanti oltreché creare problemi alla circolazione stradale” a Perugia.

Sul posto arrivava una pattuglia dell’Arma e i due militari si avvicinavano per chiedere i documenti al giovane. Il quale si rifiutava e “pronunciava all’indirizzo dei militari le seguenti frasi: che c… volete, andate a fare in c…, mio padre conosce molti ufficiali dei carabinieri e vi faccio rompere il c… e vi faccio sbattere in Sardegna”.

I carabinieri erano costretti a bloccarlo, visto lo stato di alterazione, e portarlo in caserma per l’identificazione, anche se il giovane “si opponeva agli stessi tentando la fuga, senza comunque riuscirvi”.

Il 35enne, difeso dall’avvocato Giuseppe Gasparri, è finito in tribunale con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Il difensore ha chiesto il giudizio abbreviato e il riconoscimento della condizioni di incapacità di intendere e volere dell’imputato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lasciatemi stare o vi faccio sbattere in Sardegna" e poi tenta la fuga: processato per resistenza a pubblico ufficiale

PerugiaToday è in caricamento