rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Gualdo Tadino

"Laghetto di Valsorda è artificiale. Effettuati controlli sul pascolo": parola dei Carabinieri Forestali

All'amministrazione comunale di Gualdo Tadino, sull'annosa questione dei pascoli, ha risposto il comandante Gaetano Palescandolo

"I pascoli affittati dalla comunanza agraria nell'area di Valsorda hanno come unica fonte di approvvigionamento acqua proprio il laghetto di Valsorda, creato artificialmente con interventi di manutenzione a più riprese documentati e agli atti": lo scrive il Comando Regione Carabinieri Forestale Umbria che ha risposto per iscritto all'amministrazione comunale di Gualdo Tadino a riguardo dell'annosa questione dell'utilizzo del laghetto, del pascolo di animali e controlli. E nello scontro tra amministrazione comunale e Comunanza Agraria.

Il Laghetto si conferma una fonte unica di acqua per un vasto territorio di montagna. Il Comando Umbria, per bocca del Colonnello Gaetano Palescandolo, ha ribadito che non si tratterebbe di un lago carsico, esistente da sempre, ma di un invaso costruito diversi decenni fa. Una presa di posizione che va contro l'ipotesi carsica e quindi naturale.

Il Colonnello ha difeso i suoi uomini che hanno vigilato su sconfinamenti di bestiame con tanto di sanzioni: "Duole in proposito ricordare, al contrario del giudizio da Lei (il primo cittadino) espresso, che la stazione di Gualdo Tadino è fra le più efficienti in regione". Anche se avvengono gli sconfinamenti di bestiame, in territori non autorizzati, non è possibile "il sequestro amministrativo dei capi".  Il comandante ha altresì concordato su "i doveri e responsabilità della Comunanza Agrari in qualità di gestore sulla cura, conservazione e controllo del patrimonio collettivo, ivi compreso i territori adibiti a pascolo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Laghetto di Valsorda è artificiale. Effettuati controlli sul pascolo": parola dei Carabinieri Forestali

PerugiaToday è in caricamento