Cronaca

Testimoni e telecamere lo inchiodano: è l'autore di 10 furti; trasferito dietro le sbarre

Non un caso documentato ma ben 10 grazie ad un'attenta indagine della Polizia. E così è passato dai domiciliari al carcere di Capanne. Il ladro seria è ora al sicuro in una cella del carcere di Perugia

Dai domiciliari agli arresti in carcere dopo che la magistratura ha accertato ben 10 casi di furto di cellulari e tablet. Furti sia con destrezza che dei veri e propri scippi in strada a danno di persone intente ad armeggiare o chiamare. Per questo motivo il ladro seriale dei cellulari è passato da casa sua a Capanne nel giro di poche ore e dopo due interventi distinti del Tribunale di Perugia. 

I furti seriali sono episodi consumati, in massima parte, nell’estate del 2015; l'ultimo caso risale però ai giorni scorsi in Corso Cavour dove però è stato catturato da un poliziotto che in quel momento si trovava fuori-servizio. 

Le continue razzie del polacco gli hanno dunque fruttato svariati telefoni cellulari, oltre, in un caso, ad un tablet, che era stato sottratto ad un commesso. Purtroppo per lui, però, la Polizia ha svolto un paziente lavoro finalizzato ad 
inchiodarlo alle sue responsabilità, raccogliendo le denunce e le descrizioni del ladro da parte delle persone offese, visionando le telecamere degli esercizi commerciali in cui il 28enne aveva colpito e soprattutto ottenendo da molti dei derubati un riconoscimento fotografico del ladro.

Così, a distanza di poche ore dall’ultimo processo per direttissima, la Squadra Volante si è nuovamente portata a casa del giovane e ha provveduto ad accompagnarlo a Capanne, dove è destinato ad un lungo soggiorno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testimoni e telecamere lo inchiodano: è l'autore di 10 furti; trasferito dietro le sbarre

PerugiaToday è in caricamento