Ladri in azione alla scuola elementare La Fonte di Pieve di Campo: rubato... il cibo della mensa

Il raid ha provocato anche notevoli danni. Sul posto sopralluogo dell'assessore alla sicurezza Merli e del capogruppo Lega, Lorenzo Mattioni

La notte scorsa sono entrati i ladri alla scuola elementare "La Fonte" (Istituto comprensivo 12) di Pieve di Campo, asportando una quantità consistente di generi alimentari. Da quanto si sa, i ladri hanno rubato un furgone della Cir, tutto il cibo della mensa, oltre devastare la scuola. Fuori dall’Istituto scolastico sono posizionate telecamere. Ne verranno esaminate le registrazioni.

Il giovane Tommaso Benedetti, abitante di Ponte San Giovanni, racconta che un suo parente, dipendente della Cir Food, ha riferito che i malviventi avrebbero rubato 200 litri di olio per un valore economico consistente. È stata naturalmente presentata denuncia ai carabinieri. Sono in corso indagini per individuare gli autori del colpo.

La zona in cui è collocato l’Istituto “La Fonte” deve il proprio nome alle vicine sorgenti (ora non più funzionanti), presso le quali un tempo i paesani facevano rifornimento di acqua potabile. Luogo, dunque, caro a tutti i ponteggiani. Il che rende ancora più esecrabile il furto ai danni di una struttura formativa (elementare e materna) d’eccellenza.

SOPRALLUOGO DELLA GIUNTA - Appena avuto notizia del furto ai danni della scuola primaria " La Fonte " di Pieve Di Campo , l' Assessore con delega alla sicurezza del Comune di Perugia Luca Merli ed il Capogruppo in consiglio Lorenzo Mattioni , si sono recati sul posto per mostrare la loro vicinanza come Amministrazione , come Lega e naturalmente personale alle insegnanti ed ai bimbi del plesso scolastico. 

Hanno recepito verbalmente un inventario della refurtiva e le circostanze di come il furto possa essere verosimilmente avvenuto . Entrambi sono rimasti colpiti soprattutto dal fatto che le insegnanti hanno segnalato la presenza di " bivacchi " notturni nella piazzetta antistante alla scuola . Il loro impegno sara' quello di richiedere prontamente nelle sedi competenti , comprese quelle di responsabilita' diretta , un maggior pattugliamento anche di quell' area, oltre che quello di seguire attentamente le indagini condotte dalle forze dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento