Buttano in strada e nei sentieri di tutto: raccolti a Lacugnano 10 quintali di rifiuti

Il progetto Adotta una Strada sta mettendo in luce i troppi "vandali" dell'ambiente che si liberano dei rifiuti senza pensare alle conseguenze ambientali e di immagini. Ecco il raccolto super dei volontari a Lacugnano

Dieci quintali di rifiuti differenziati (carta, plastica, vetro, umido,  organico: sfalci di erba) sono stati raccolti a Lacugnano nel corso di Adotta una strada - 6' tappa, iniziativa promossa dalle Associazioni locali Chioccioa e Tori.scal con l'assessorato all’ ambiente del Comune e con il supporto tecnico di Gesenu.   In molti, e di tutte le età, hanno percorso fin dal mattino  strade e sentieri per raccogliere i rifiuti abbandonati e porre rimedio ad una prassi incivile. Con loro anche l’ assessore all’ ambiente, Lorena Pesaresi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Un gesto  - è il commento di Lorena Pesaresi - di grande sensibilitá e di appartenenza al proprio territorio, che si vuole così attivamente tutelare. Il messaggio condiviso è stato: darsi da fare per cambiare i comportamenti delle persone, contrastare l’ idea che i rifiuti siano qualcosa che non ci appartiene e di cui, semplicemente,  disfarsi, mentre invece sono una risorsa da trattare, recuperare, riciclare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento