rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

La vendetta dell'ex dietro alle coltellate in un locale a Ponte San Giovanni

Due arresti e otto persone ferite il risultato di una notte di follia. L'uomo aiutato dalla nuova compagna nell'aggressione alla ex e alla sue amiche. Venerdì l'interrogatorio

La vendetta dell’ex fidanzato e della sua nuova compagna contro una donna e le sue amiche. È questo il movente che ha armato la mano di due rumeni, un uomo e una donna legati da un rapporto sentimentale, in una sorta di spedizione punitiva e che si è conclusa con il ferimento di nove persone e l’arresto di due.

L’episodio è avvenuto la notte scorsa all’interno di un locale a Ponte San Giovanni. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e il 118 per i feriti.

Alle 3.45 una telefonata allerta il Radiomobile di Perugia: al “Lido Club” di Ponte San Giovanni hanno fatto a coltellate, ci sono diversi feriti e due persone sono fuggiti in auto, un Mercedes classe A di colore scuro. Un minuto dopo la vettura è bloccata dai Carabinieri vicino alla stazione di Ponte San Giovanni. All’interno si trovano un uomo e una donna, entrambi feriti da un coltello. Una seconda pattuglia si reca alla discotece e rinviene una donna con “ferita da taglio gomito sinistro con avulsione di frammento osseo corticale dall’epicondilo omerale”, una sua amica con “ferita da taglio terzo distale avambraccio destro con lesione del tendine flessore del primo e terzo dito palmare gracile”, un uomo con “ ferita da taglio penetrante della regione dorsale, altra ferita in regione dorsale con minimo scollamento aereo lungo il margine mediastinico del lobo superiore destro, duplice ferita da taglio spalla sinistra, regione mastoidea sinistra e del collo”, un’altra donna senza ferite.

I feriti venivano portati all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, mentre altre tre persone si presentavano, con mezzi propri in ospedale, e presentavano lesioni da taglio: un uomo aveva una “ferita da taglio coscia destra e cuoio capelluto”, uno presentava un “piccola ferita da taglio coscia destra” e l’ultimo era sottoposto ad intervento chirurgico per “ferita da taglio ipocondrio sinistro”.

Il presunto aggressore aveva una “ferita delle mani con distacchi ossei lamellari dalla estremità diafisariadistale della falange basale del terzo dito della mano sinistra” e la sua compagna una “frattura completa scomposta e pluriframmentaria angolo emimandibola sinistra con monconi diastasiati – frattura a piu’ frammenti ingranata dell’emi mandibola destra”.

Tramite il racconto dei feriti e di tre testimoni, i carabinieri ricostruivano la seguente dinamica dei fatti: l’arrestato e la sua compagna entravano nel locale e si avvicinavano ad un gruppo di donne che stavano ballando, una delle quali era la ex del presunto aggressore. Prima le avrebbero guardate male, poi spintonate e, infine, avrebbero tirato fuori i coltelli (lei dalla borsa e lui dalla tasca dei pantaloni). Un uomo interveniva per difendere la donna aggredita, ma finiva per terra a lottare con l’aggressore, venendo accoltellato al collo ed alla schiena. Nel frattempo la nuova compagna dell’aggressore si scagliava contro la sua ex e la feriva all’avambraccio sinistro, alzato per difendersi e coprirsi il corpo all’altezza del torace. L’aggredita non rimaneva immobile, spintonava l’altra e la colpiva con un calcio alla mandibola. Questa si rialzava e sferrava un fendente al collo della rivale, colpo andato a vuoto perché un’amica tirva indietro la donna e si prendeva la coltellata al braccio.

Intervenivano altri tre uomini per sedare la rissa, ma finivano accoltellati anch’essi. Poi i due aggressori fuggivano, ma venivano arrestati in flagranza di reato. A carico dell’uomo anche diversi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio, contro la persona e stupefacenti.

L’uomo si trova detenuto a Capanne, la donna è piantonata presso il Reparto di Chirurgia maxilofacciale dell’Ospedale di Perugia dopo l’intervento chirurgico per ridurre le fratture a seguito del calcio ricevuto nella rissa. I due, difesi dagli avvocato Daniela Paccoi e Guido Rondoni, dovrebbero essere interrogati venerdì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vendetta dell'ex dietro alle coltellate in un locale a Ponte San Giovanni

PerugiaToday è in caricamento