rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

La protesta del personale amministrativo della scuola: "Trattato come un kleenex..."

Le segreterie delle scuole umbre e italiane sono in agitazione. Ecco cosa accade. La nostra intervista in esclusiva

Le segreterie delle scuole umbre e italiane sono in agitazione. “Abbiamo lavorato per anni nella scuola e adesso ci penalizzate in questo modo!”. Dicono a una voce i circa 2000 DSGA FF, ovvero i ‘Direttori dei servizi generali e amministrativi facenti funzione’ del comparto scuola.

Qual è il motivo della protesta? “Operiamo per tutto l’anno scolastico su posto vacante, cioè libero e senza titolare Dsga di ruolo. La nostra qualifica di appartenenza è quella di Assistenti Amministrativi.
Di quali titoli disponete? “Abbiamo superato prove e concorsi per ottenere la 1^ e, soprattutto, la 2^ posizione economica (un beneficio pari a 1.200 euro annui come compenso lordo)”.

Avete particolari idoneità? “Abbiamo ottenuto l’idoneità e l’obbligo alla sostituzione, purché in possesso del titolo necessario per l’accesso alla qualifica di appartenenza”.
Ma chi conferiva le nomine? “Non un pinco pallino qualunque, ma direttamente il Dirigente Scolastico, oppure venivamo nominati tramite l’attingimento (dall’USR) da una graduatoria, annualmente costituita, con inserimento in base alla nostra disponibilità”.
Con quali benefici? “La sostituzione ci dà il diritto a percepire sia l’indennità di direzione che l’indennità di funzioni superiori”.

Ma adesso cosa si è rotto nel meccanismo, ormai ben oliato, di questo schema? “La ministra Fedeli ha annunciato pubblicamente un bando di concorso nel 2018 al quale concederebbe di far partecipare anche i Dsga FF che non sono in possesso di laurea specifica. Questo vuol dire: non riconoscere la professionalità acquisita in decenni di servizio, mettere i Dsga FF sullo stesso piano dei giovani neo-laureati senza esperienza alcuna, non considerare gli anni di servizio prestato nella qualifica di Dsga e quindi annullare il riconoscimento del beneficio economico”.

Come si potrebbe definire il trattamento che vi è stato riservato? “In sintesi, con la formula: ‘mi servi - ti uso – ti sfrutto - ti getto!’. Così ci siamo attivati per vie legali con un ricorso. Chiediamo il riconoscimento dei nostri diritti e l’Istituzione di una graduatoria permanente di 24 mesi, come già esiste per i Collaboratori Scolastici”.

E cosa c’entra Perugia, con un problema di carattere nazionale? “Nella Città del Grifo si terrà un convegno (Semplifichiamolascuola DSGA FF - A COSTO ZERO), il prossimo 24 febbraio 2018, alle ore 11.30 Palazzo Cesaroni Piazza Italia, 2. Saremo in collegamento skype con Verona dove si terrà analoga iniziativa”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta del personale amministrativo della scuola: "Trattato come un kleenex..."

PerugiaToday è in caricamento