rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca

"Umbria bandita dalle gite scolastiche dopo il terremoto", nuova mazzata sul turismo

La denuncia del senatore del Movimento 5Stelle Lucidi: "La Marini cosa fa?"

“Capito? la Marini sa e dice … che alcuni uffici scolastici regionali hanno bandito l’Umbria e le Marche … tutte … come mete per le gite scolastiche. Allora mi chiedo ma …Orvieto? Terni? la Cascata delle Marmore … Carsulae oppure Narni? Ma anche Perugia o la sua città … Todi? oppure Città di Castello Gubbio. Ecco … io ad esempio vorrei sapere quali sono queste regioni che ci hanno bandito … ma sopratutto vorrei sapere perché la Marini non chiede e promuove il fatto che porzioni delle nostre regioni invece sono fuori da quelle zone a maggior rischio”. 

VIDEO Terremoto, il M5s attacca la Presidente Marini: "Umbria bandita dalle gite scolastiche"

Il senatore umbro del Movimento 5Stelle Stefano Lucidi sbobina sulla sua pagina Facebook una video-denuncia. Se la prende con la governatrice dell'Umbria, Catiuscia Marini. E martella sulla presidente. L'incudine è un pezzo di video dell'audizione al Senato. E la notizia è questa: l'Umbria è fuori dalle gite scolastiche. Lucidi fa vedere un altro estratto. Parla la Marini: “Allora noi dobbiamo sapere che sul turismo, lo avete detto tutti voi, c’è un tema di inter … allora il … faccio altri esempi concreti: gli uffici scolastici regionali di molte regioni italiane, noi per esempio viviamo moltissimo anche col turi … un pezzettino di turismo scolastico, una parte delle strutture medie e medio basse lavorano … hanno fatto delle circolari interne ai presidi, hanno detto umbria e marche fuori dalle gite scolastiche, e posso anche comprendere che se fossi un genitore … eee … ovviamente con questa comu … quindi noi siamo in presenza di una situazione che ha bisogno di tornare ad una normalità sul piano del sisma che non è semplicissima perché continuando questo sciame non è facile, ma con azioni anche sulla promozione …”. Una granata sul turismo ferito già a morte dal terremoto e dalla pessima comunicazione.

E gli spot a Sanremo? E la comunicazione? Ancora la Marini al Senato, sempre riportata da Lucidi: “La sera che è andato in onda i nostri spot dell’Umbria e delle Marche a Sanremo la sera precedente, la mattina successiva scossa a Spoleto, TG1 apre ovviamente il servizio dicendo “Spoleto scossa, scuole chiuse, tutti i cittadini in strada” noi possiamo fare tutta la comunicazione … io ho detto, è come buttare i soldi dalla finestra … perché, cioè, il lavoro …”.

E' una registrazione parziale, ma il senso si capisce. Ora, Lucidi attacca la Marini a testa bassa: “Ecco … io ad esempio vorrei sapere quali sono queste regioni che ci hanno bandito … ma sopratutto vorrei sapere perchè la Marini non chiede e promuove il fatto che porzioni delle nostre regioni invece sono fuori da quelle zone a maggior rischio. Questo secondo me dovrebbe fare un presidente di Regione”.

Se invece si esce dalla polemica politica, il quadro si allarga. E il punto è questo: l'Umbria lotta per ripartire. L'Umbria lotta per uscire dal cono d'ombra “offerto gentilmente” dalla cattiva comunicazione. L'Umbria lotta per far tornare i turisti. Lo fa con gli eventi (vedi Umbria in moto), lo fa con gli spot, lo fa con la comunicazione. Essere tagliati fuori dalle gite scolastiche massacra quel “95% dell'Umbria ancora in piedi”. E gli uffici scolastici regionali che bandiscono una regione intera non sono affatto di aiuto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Umbria bandita dalle gite scolastiche dopo il terremoto", nuova mazzata sul turismo

PerugiaToday è in caricamento