L'INVIATO CITTADINO La chiusura del Bar 1+1, alla Pesa, fa perdere un soggetto di presidio del territorio

La chiusura del Bar 1+1, alla Pesa, fa perdere un soggetto di attivo presidio del territorio, con le inevitabili conseguenze del caso. Era prevedibile. Si è trattato di una chiusura determinata da una concorrenza cui era difficile resistere: ossia la compresenza – allo Slargo della Pesa – di ben quattro esercizi di Bar pasticceria. Circostanza che ha finito col travolgere la simpatica famiglia romana, titolare di quello che fu il Bar Tabacchi del mitico Cocciolino e dei sue due figli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La legge del mercato è inflessibile: chi è più debole esce e salta un giro. Ma a risentirne è purtroppo il territorio. Come nel caso in parola. All’Inviato Cittadino è capitato di vedere una fila di bottiglie di birra, squadernate sulla soglietta della vetrina a fianco dell’ex ingresso del bar. Niente di stratosferico, s’intende. Ma comunque uno spettacolo che la presenza degli ex gestori avrebbe certamente impedito, rimuovendo immediatamente quegli oggetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento