L'INVIATO CITTADINO La chiusura del Bar 1+1, alla Pesa, fa perdere un soggetto di presidio del territorio

La chiusura del Bar 1+1, alla Pesa, fa perdere un soggetto di attivo presidio del territorio, con le inevitabili conseguenze del caso. Era prevedibile. Si è trattato di una chiusura determinata da una concorrenza cui era difficile resistere: ossia la compresenza – allo Slargo della Pesa – di ben quattro esercizi di Bar pasticceria. Circostanza che ha finito col travolgere la simpatica famiglia romana, titolare di quello che fu il Bar Tabacchi del mitico Cocciolino e dei sue due figli.

La legge del mercato è inflessibile: chi è più debole esce e salta un giro. Ma a risentirne è purtroppo il territorio. Come nel caso in parola. All’Inviato Cittadino è capitato di vedere una fila di bottiglie di birra, squadernate sulla soglietta della vetrina a fianco dell’ex ingresso del bar. Niente di stratosferico, s’intende. Ma comunque uno spettacolo che la presenza degli ex gestori avrebbe certamente impedito, rimuovendo immediatamente quegli oggetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento