rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca

L'incidente e il finto maresciallo, ancora un'anziana truffata

La donna ha creduto di pagare per evitare che il figlio venisse arrestato

Eccola di nuovo la truffa dell'incidente e dei soldi da versare per evitare l'arresto.
A contattare una donna perugina, questa volta, era stato un sedicente maresciallo. L’aveva informata che il figlio aveva avuto un incidente stradale in cui era rimasta coinvolta una donna, che si trovava nei guai e che per impedirne l’arresto avrebbe dovuto consegnare una somma di 5mila euro ad un avvocato, amico del figlio, che sarebbe passato a casa sua per ritirare i soldi.

La donna, insospettita, aveva replucato di non avere tutto quel denaro ma l’uomo, per convincerla, l’aveva fatta parlare al telefono con un altro ragazzo che, spacciandosi per il figlio, l’aveva convinta a consegnare i soldi.

A quel punto, in preda al panico, aveva consegnato i 5000 euro al presunto avvocato che, nel frattempo, si era presentato alla porta di casa.

Qualche ora più tardi, era stata ricontattata dal presunto “maresciallo” che le aveva chiesto di consegnare dei preziosi e gioielli per consentire la scarcerazione del figlio. E così aveva fatto. Successivamente, la donna aveva contattato le figlia che le aveva confermato che il fratello stava bene e di essere stata vittima di un raggiro. A quel punto aveva deciso di chiedere aiuto alla polizia.

Le indagini sono in corso.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incidente e il finto maresciallo, ancora un'anziana truffata

PerugiaToday è in caricamento