menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Paolo Pulese

Foto Paolo Pulese

L'attrice assisiate Debora Cattoni sul red carpet, con mise di firma, sfila per i diritti della comunità gay

Sfilando sul red carpet, la fashion blogger assisiate ha indossato un abito con tonalità scure, spacco vertiginoso e sandali con super tacco che le donavano un aspetto statuario

L’attrice assisiate Debora Cattoni lotta per i diritti delle minoranze. Ha scelto il Festival del cinema di Venezia dove si fa vedere insieme a Rita Felice, make up artist di Xfactor e Italia’s got talent famosa. Felice è truccatrice accreditata in Hollywood, mecca del cinema in cui ha fatto il suo ingresso anche la Cattoni, reduce dall’aver girato un film insieme al divo Mickey Rourke. Altri elementi del gruppo di amici sono Pier Pellencin, noto modello, e Arianna Frattini, scrittrice.

Il gruppo è già transitato in portali fotografici internazionali, ma anche la gente per strada scatta, incuriosita. Debora è vestita in stile Lady Gaga, con abito dalla griffe Grinko.Pier Pellencin gira inerpicato su tacchi a spillo vertiginosi a scopo provocatorio: impersona infatti un prototipo di scelta non solo sessuale, ma esistenziale, essendo esponente della comunità gay international.

Non, dunque, scandalo fine a se stesso o puramente pubblicitario – dice Debora – ma siamo mossi da uno spirito solidaristico nei confronti di categorie umane e antropologiche traguardate con pregiudizio e diffidenza”. “I tempi sono maturi – aggiunge Pier – perché la gente comprenda che le scelte riconducibili a motivazioni di carattere personale devono essere guardate col dovuto rispetto, non con disprezzo e avversione preconcetta”. Insomma: non solo moda, ma un’iniziativa di carattere sociale e culturale da considerare con
attenzione.

Sfilando sul red carpet, la fashion blogger assisiate ha indossato un abito con tonalità scure, spacco vertiginoso e sandali con super tacco che le donavano un aspetto statuario. La modella, accompagnata dal manager Mauro Col sul tappeto rosso, sognato da milioni di ragazze, ha dichiarato: “Ringrazio lo stilista contemporaneo Grinko per il capolavoro che mi ha permesso di indossare in Laguna. Mi auguro una futura, proficua collaborazione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento