menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premiata l'atleta paralimpica, orgoglio dell'Umbria: "Un esempio per giovani e sportivi"

Jenny Narciso, la campionessa italiana di ciclismo paralimpico è stata premiata questa mattina dal Comune di Corciano per la grande dedizione, sacrificio e lavoro, "nello sport come nella vita"

Una pergamena incorniciata su cui campeggia la frase di Pietro Mennea: "Lo sport insegna che per la vittoria non basta il talento, ci vuole il lavoro e il sacrificio quotidiano. Nello sport come nella vita".

E' quella consegnata dall'Amministrazione Comunale a Jenny Narcisi, la giovane ciclista calabrese di nascita ma residente in Umbria, a Corciano in particolare, da molto tempo (qui ha compiuto gli studi universitari ed intensificato l'attività agonistica - ndr) che ha partecipato alle Paralimpiadi di Rio 2016.

Nella sede municipale, ad accogliere Jenny accompagnata dal consigliere del Comitato Paralimpico, Paolo Taddei, il Sindaco Cristian Betti e l'assessore all'associazionismo e sport Luca Terradura."E' il minimo che  potevamo fare", il commento dell'assessore "noi siamo fan di questa giovane che consideriamo ormai una corcianese a tutti gli effetti e che con il suo percorso costituisce un esempio per tutti i giovani in senso generale e gli atleti in particolare".

Visibilmente emozionata Jenny ha dispensato sorrisi ed ha sottolineato di essere "grata all'Amministrazione tutta". "Per me è un onore - ha aggiunto - rappresentare Corciano, il borgo che mi ha adottato, pieno di persone giuste che credono nei valori dello sport ed anche nei sogni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento