Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Italia Nostra contro la politica: "Ignorate le nostre proposte. Affossata senza motivo la variante ferroviaria per l'aeroporto"

Il colonello Trecchiodi: “Italia Nostra, negli ultimi anni, ha elaborato tre proposte ferroviarie (di cui due veri progetti). Non sono stati nemmeno presi in considerazione”.

La politica ignora le proposte e le soluzioni di Italia Nostra. C’è da chiedersi perché. Riflessioni col colonnello Alessio Trecchiodi, esperto di trasportistica. Dice: “Italia Nostra, negli ultimi anni, ha elaborato tre proposte ferroviarie (di cui due veri progetti). Non sono stati nemmeno presi in considerazione”.

Quali?
“La variante ferroviaria della Fabriano-Foligno (Ancona-Roma) passante per Perugia aeroporto; la tecnologia TramTreno per rendere più sostenibile e appetibile il trasporto regionale pubblico, su ferro; l’attivazione di collegamenti ad Alta Velocità in Umbria”.

Quali le tappe di questa non considerazione?
“La politica ha subito mostrato avversione al Frecciarossa Perugia-Torino, già attivo con successo, proponendo in alternativa collegamenti formati da treni regionali che dall’Umbria raggiungano i nodi di Firenze e di Roma, ove i passeggeri dovrebbero scendere e trasferirsi sui Frecciarossa lì presenti”.
Sistemi vecchi o nuovi?
“Il sistema gradito alla politica è il più banale e vecchio che si possa immaginare: evoca i tempi di quando a Terontola si doveva cambiare convoglio, per raggiungere il resto della nazione. Insomma: si vogliono spostare le lancette dell’orologio indietro di 30 anni”.

E le altre due proposte ferroviarie?
“Le altre due proposte ferroviarie, veri gioielli, sono state letteralmente ignorate o avversate, trovando personaggi, anche del settore manageriale RFI, che giustificassero l’opposizione nel dire che le due proposte di Italia Nostra sarebbero irrealizzabili o autentiche sciocchezze”.

Dove sbagliano?
“Nell’ignorare che la Variante ferroviaria è stata esaminata doviziosamente da progettisti ferroviari di RFI e da alcune società di progettazione del settore, già anni prima, esprimendo parere favorevolissimo”.

E sul Tram-Treno?
“Parimenti, sulla questione del Tram-Treno, la politica ha espresso un parere negativo giustificandolo col fatto che questa tecnologia non avrebbe le apposite normative, quando viceversa esse giacciono negli uffici del Ministero per essere firmate, appena ci sia la volontà di attivare in Italia un sistema TramTreno. Analogamente a quanto fatto a suo tempo con la novità del Minimetrò, in quanto gli uffici competenti dovettero mettere a punto una serie di normative”.

Insomma: qualcuno ce l’ha con Italia Nostra?
“Si fa di tutto per contrastare le proposte di questa benemerita Associazione, usando argomentazioni confezionate da professionisti che evidentemente hanno altri interessi, non
coincidenti con quelli della nostra Regione”.
È giusto sottolineare l’abbassamento dei tempi per l'Alta Velocità Ancona-Roma?
“Si mente anche sulla nuova Ancona Roma, per cui si è speso moltissimo. Dicono che la percorrenza tra i due capolinea si abbasserà di 35 minuti e, a regime, financo 45 minuti”.

Falso, come mai?
“Perché l’attuale treno più veloce su questa linea, lunga 282 km, impiega 3 ore 47 minuti! Se pure scendesse a 3 ore, avremmo una velocità media di 94 km/h. Dove sta dunque l’alta velocità? Si mente cercando di trasformare un autentico fallimento in un successo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia Nostra contro la politica: "Ignorate le nostre proposte. Affossata senza motivo la variante ferroviaria per l'aeroporto"

PerugiaToday è in caricamento