INVIATO CITTADINO Storie di (stra)ordinarie brutture cittadine in Porta Eburnea

Su uno storico edificio si trova una meravigliosa pietra angolare... ma ora a farle compagnia c'è un tubo...

Il tubo e il pesce… storia di (stra)ordinarie brutture cittadine in Porta Eburnea. Accade che si metta la telecamera di uscita della ZTL e la si piazzi in prossimità di un antico simbolo cittadino, meritevole di rispetto. Qui, all’inizio del rione, su uno storico edificio si trova una meravigliosa pietra angolare. Malgrado la corrosione del tempo “divoratore di cose” si distingue chiaramente il profilo di un pesce.

Ma cosa c’entra un pesce con Perugia? C’entra, e come! Quel pesce – secondo la “Perugia antica e Moderna”, di Raniero Gigliarelli – indicava la gabella, ossia la tassa da pagare per portare il pesce dal Lago Trasimeno a via della Pesceria, attuale via Oberdan. Indicava, nel contempo, la strada più breve per portare a vendere la famosa laschina del Lago e pagare il dovuto al Comune di Perugia che, in fatto di tasse, non transigeva.

Secondo altri, il pesce indicava la sottostante via della Pescara. È stato anche ipotizzato che qui si trovasse la Porta originale. Probabilmente, la Porta di San Giacomo, più in basso, doveva originariamente trovarsi arretrata, rispetto all’attuale posizione. E fin qui tutto è chiaro. Meno chiara è la ragione per la quale il palo ricurvo del supporto della telecamera – oggi eliminata – è stato lasciato sul posto. “Adesso che non serve più, sarebbe ora di rimuoverlo”, dice una signora le cui finestre si aprono proprio su quella bruttura. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Devo sopportare la presenza di quell’orrendo manufatto che, peraltro, non ha più alcuna funzione”, dice. Aggiungiamo che quello splendido reperto è letteralmente annegato fra tubi, fili, cavi di ogni natura e dimensione. Ma la Soprintendenza vigila?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara-Perugia 2-1, al posto di Oddo parla Goretti che accusa: "Sottil antisportivo"

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Questo matrimonio non si deve fare, intervengono i Carabinieri e sventano le nozze combinate

  • Coronavirus in Umbria, quattro bambini positivi: "Tutti asintomatici e in isolamento"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 agosto: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 10 agosto: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento