menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Macchia di sangue in via Lupattelli, ma nessuno denuncia

Qualche giorno fa, su quelle scalette che congiungono via Fabretti con corso Garibaldi, sono comparse vistose macchie di sangue

Chissà… forse avranno schiacciato un topo. Sulle scalette di via Lupattelli e dalle parti del “vicolo lungo” – come dicono i vecchi perugini del Borgo d’Oro – di topi ne circolano parecchi. Sta di fatto che qualche giorno fa, su quelle scalette che congiungono via Fabretti con corso Garibaldi, sono comparse vistose macchie di sangue con relativo sgocciolamento. A riprova del fatto che chi ha perso quel sangue è riuscito a svignarsela.

Nessuno ha segnalato nulla, né si sono sentite grida o eco litigi. Almeno a quanto sostengono i residenti di prossimità (che hanno dato la foto all’Inviato Cittadino). Se la sono regolata in silenzio, tra loro, secondo un codice non scritto, ma condiviso ed accettato.

Poco sopra quel punto di tanta emorragia, una lapide ricorda che in quella casa nacque Domenico Lupattelli, popolano patriota, fucilato nel vallone di Rovito (Cosenza) insieme ai fratelli Attilio ed Emilio Bandiera, il 25 luglio 1844. Loro sono morti per una nobile causa. Oggi, a Perugia, si finisce accoltellati per motivi molto meno… nobili. Ma a costoro non sarà certo intitolata una strada o una piazza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento