rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca

INVIATO CITTADINO Ponte d’Oddi. Malviventi forzano la porta della canonica di San Giovanni Apostolo

Sono entrati nell’Ufficio, impossessandosi delle offerte, proventi di due funerali

Lo ha ricordato ieri, 3 dicembre, il parroco al termine della liturgia domenicale delle 11. Facendo presente che quelle somme erano destinate ad alleviare il bisogno di famiglie in condizioni di indigenza. Sopperendo in parte ai loro bisogni primari.

Denari – riferisce il francescano don Andrea –   da conferire alle famiglie povere. Quelle che non sono in grado di pagare le bollette e provvedere autonomamente all’acquisto degli alimenti.

Un atto particolarmente spregevole. Considerando che quei soldi erano il frutto di offerte da parte di famiglie i cui cari sono recentemente venuti a mancare. Offerte che, in qualche modo, intendevano rendere omaggio al nome e alla memoria di affetti forti.

Denari derivanti dagli ultimi due funerali celebrati da don Andrea, recentemente incardinato come nuovo parroco (anche se pratico della parrocchia, avendo prestato servizio in qualità di aiuto già una ventina di anni or sono).

All’atto dell’annuncio, un momento di mestizia ha coinvolto l’assemblea dei fedeli.

“Subito dopo la Messa – ha detto il parroco – arriveranno qui le Forze dell’Ordine per raccogliere la denuncia e compiere un primo, sommario sopralluogo”.

“La Provvidenza divina si farà carico di restituirci quanto ingiustamente tolto”, ha commentato il religioso.

Ma il disgusto della gente si leggeva sul volto di quanti non possono che stigmatizzare comportamenti così vili di una criminalità bieca e ottusa. Tanto più che, a spanne, pare che il bottino si aggirasse intorno a una somma che non superava i 200 euro.

Il che fa concludere che non si trattasse di professionisti che avessero studiato o preparato il colpo. Ma di semplici sbandati, arraffoni, che si sono limitati ad affibbiare una spallata su quella porta poco protetta.

Quel gruzzolo modesto, quella cifra non rilevante avrebbe potuto comunque dare una mano a famiglie bisognose di tutto e che un dovere morale imprescindibile impone di aiutare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Ponte d’Oddi. Malviventi forzano la porta della canonica di San Giovanni Apostolo

PerugiaToday è in caricamento