Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

INVIATO CITTADINO Fontenovo, quando il restauro non basta. Senza manutenzione, va tutto in degrado

La vegetazione sta invadendo le murature. Il Grifo si sta scurendo. Questa era una delle sette fontane esistenti in città

Fontenovo, quando il restauro non basta. Senza manutenzione, va tutto in degrado. Siamo in via Enrico dal Pozzo, la strada che porta al civico cimitero. La denominazione è dovuta al fatto che lo scienziato (che sperimentò fra i primi l’illuminazione elettrica) abitava nell’edificio dove oggi ha sede la Casa di1 Fontenovo, il restauro non basta-2 Riposo, che i perugini chiamavano Bonvecchi. Poco prima del cosiddetto Repartino o Villa Massari (luogo di cura della mente) sta la fonte di Fontenuovo. Questa era una delle sette fontane esistenti in città. La vulgata vuole che qui abbia trovato quiete e riposo il Santo serafico e che in memoria di questa sua sosta vi fosse stata edificata un cappella, poi demolita. La fonte è costituita da un grande vasca con un pozzo risalente a poco dopo il Mille. Struttura medievale, utilizzata per attingere acqua ma anche, in epoca tarda, per provvedere al lavaggio dei panni. La fonte è in travertino e laterizi. Include una porticina con arco gotico chiusa da una grata. Da lì si vedeva scendere acqua anche dalla soprastante zona di Monteluce. I travertini potrebbero provenire dalle cave di Ellera o forse trattarsi di riuso di conci etruschi, almeno per la parte di finitura frontale della vasca.

3 la vegetazione invasiva copre il grifo che si sta annerendo-2Un recente restauro faceva apprezzare la bellezza di quell’antico manufatto. Ma da un po’, in assenza di manutenzione, tutto sta tornando in degrado. La vegetazione sta invadendo le murature. Il Grifo si sta scurendo. Soprattutto il fornice soprastante la vasca perde intonaco. È stato fatto, insomma, lo stesso errore che fa degradare la Fonte dei Tintori ancor prima dell’inaugurazione. È un errore intonacare e tinteggiare dove risale umidità. La lezione è antica, ma pare non sia ancora servita a illuminare le menti dei restauratori “filologici” che ignorano il concetto fisico della capillarità (risalita dell’umidità). Sta di fatto che questo capolavoro, recentemente restaurato, sta cadendo di nuovo nel degrado. Il motivo è sempre quello: l’assenza di manutenzione. Agire una volta non basta. La cura deve essere attenta e costante. Altrimenti, non c’è mecenatismo che tenga.

5 la vegetazione parassita ricomincia a invadere il manufatto-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Fontenovo, quando il restauro non basta. Senza manutenzione, va tutto in degrado

PerugiaToday è in caricamento