menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovata l'intesa, nasce il polo museale più grande dell'Umbria: ecco di cosa si tratta

Il Magnifico Rettore Franco Moriconi, intervenuto anche in qualità di Presidente della Fondazione per l’Istruzione Agraria, durante la presentazione, ha evidenziato l’importanza di questo progetto che avvicina ancora di più l’Università alla scuola

Presentato ieri, nell’Aula Magna di Agraria, il progetto ‘Polo Museale Umbria’, messo a punto dall’Ateneo, in collaborazione con  la Fondazione per l’Istruzione Agraria, l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria e la Conferenza Episcopale Umbra. Il Magnifico Rettore Franco Moriconi, intervenuto anche in qualità di Presidente della Fondazione per l’Istruzione Agraria, ha evidenziato l’importanza di questo progetto che avvicina ancora di più l’Università alla scuola. 

“Dal mio insediamento alla guida dell’Ateneo – ha detto – abbiamo fatto di tutto per riprendere contatti diretti con il territorio, che erano stati interrotti bruscamente. La collaborazione con la realtà scolastica umbra è un’opportunità importante sotto numerosi aspetti, non ultimo quello di avviare, tempestivamente, un’attività condivisa di orientamento già con gli alunni più piccoli. Il progetto del polo museale, inoltre, è un’ iniziativa fondamentale per valorizzare il patrimonio storico, culturale, artistico e monumentale in possesso dell’Università e della Fondazione Agraria. Di questo va dato il merito alla professoressa Cristina Galassi, Direttore del C.A.M.S., che ha avuto l’idea e, con amore e determinazione, l’ha portata avanti. Saluto anche don Riccardo Pascolini, responsabile del Coordinamento degli Oratori della Conferenza Episcopale Umbra, che ha preso il posto nella chiesa dell’Ateneo del compianto don Elio Bromuri recentemente scomparso”.

“L’accordo – ha spiegato la professoressa Galassi – viene a colmare un grande vuoto con la  creazione di un polo museale, il più grande dell’Umbria, che apre prospettive di notevole sviluppo. Innanzitutto consente di facilitare l’accesso degli studenti e del grande pubblico ai musei di valore artistico e scientifico, come il complesso monumentale di San Pietro gestito dalla Fondazione Agraria e le raccolte dell’Ateneo a Casalina (la Galleria di Storia Naturale, la Galleria di Matematica e il Museo di Storia dell’Agricoltura). Un contributo molto importante che è mirato al duplice obiettivo di promuovere la conoscenza della storia del territorio e valorizzare l’identità dell’Umbria. Il progetto – ha concluso la direttrice del Cams -, oltre a questi scopi, ha l’obiettivo di creare una ‘Scuola del Museo’ che è il sottotitolo del ‘Polo Museale’”.

Domenico Petruzzo, dirigente dell’Ufficio Scolastico regionale per l’Umbria, ha sottolineato il valore del progetto: “Inizialmente mi ha visto in un atteggiamento di attesa e ora, convinto come sono della sua validità, molto determinato a portarlo avanti in stretta collaborazione con tutti gli altri soggetti coinvolti. Ho potuto rilevare, infatti, che le visite guidate dei nostri studenti ai musei saranno un passaggio importante degli obiettivi di arricchimento didattico indicati dal Miur”. 

Don Riccardo Pascolini, responsabile del Coordinamento degli Oratori della Conferenza Episcopale Umbra, è intervenuto in rappresentanza del Cardinale Gualtiero Bassetti, trattenuto a Roma perché impegnato nei lavori del Sinodo, ha sottolineato il ruolo degli oratori nel veicolare i ragazzi verso i musei anche nel periodo estivo.

Il dottor Paolo Calistroni della Sulga, infine, ha portato la piena disponibilità della sua società, che praticherà prezzi di favore nel trasporto degli alunni dalle scuole ai musei e ritorno, azienda già impegnata a fianco dell’Ateneo con agevolazioni tariffarie per gli studenti universitari e loro familiari nelle corse di bus extraregionali.

Al termine è stato firmato il protocollo d’intesa che dà il via al progetto del Polo Museale. Hanno siglato il documento  Magnifico Rettore,  Dirigente dell’Ufficio scolastico, Direttore del Cams e responsabile del coordinamento degli Oratori. Alla cerimonia hanno assistito in Aula Magna alcuni alunni di scuole primarie e secondarie di Perugia che, al termine, sono stati accompagnati in una visita al complesso monumentale di San Pietro, guidata da laureate e dottorande del corso di laurea in Beni culturali dell’Ateneo perugino.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento