menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sogno di Leo, l’ospedale di Perugia avrà la sua palestra per i malati di Oncologia

Verrà inaugurata il 5 dicembre la palestra "Avanti Tutta" a cui da due anni sta lavorando Leonardo Cenci e la sua associazione Avanti Tutta. Ecco le prime indiscrezioni

“Ho realizzato il mio piccolo I Have a Dream”, è con queste parole che Leonardo Cenci, presidente dell’Associazione Avanti Tutta Onlus - raggiunto telefonicamente dalla redazione di PerugiaToday- si è espresso in merito all’imminente inaugurazione della prima palestra all’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Resa possibile grazie ai fondi raccolti dall’associazione (42.000 euro), la palestra porterà il nome di Avanti Tutta; un ammonimento a non arrendersi, mai.  

Dal 2013, l’Associazione Onlus “Avanti Tutta”, oltre a rendere migliore la vita dei degenti del reparto di Oncologia, ha come mission l’importanza di una monitorata attività sportiva nei protocolli delle terapie. Studi scientifici hanno infatti evidenziato come un malato, sottoposto a regolare attività fisica ed una corretta alimentazione, abbia una aspettativa di vita molto più lunga rispetto a quella pronosticata.

E ne sa qualcosa Leonardo Cenci, che, con passione e coraggio, non si è mai arreso di fronte alla malattia; sportivo da sempre, corre la sua personale “maratona” per la vita portando un messaggio concreto di speranza e realizzando, tramite l’associazione da lui fondata, importanti progetti per il Nosocomio di Perugia. 

“È un desiderio che avevo fin dalla nascita di Avanti Tutta – dichiara Leonardo - e finalmente, dopo due anni, la palestra sarà inaugurata il 5 dicembre alla presenza del Direttore di  Oncologia Medica  Lucio Crinò, del Direttore  dell'Azienda Ospedaliera di Perugia Walter Orlandi e del medico Pierpaolo De Feo.  Ci presenteremo in tuta e  proveremo personalmente i macchinari”.

“La palestra, di circa 45 mq - prosegue il Presidente di Avanti Tutta – sarà formata da quattro attrezzature di ultima generazione, tra cui tapis roulant, cyclette, e un macchinario polifunzionale. La gestione e l’utilizzazione della palestra sarà fruibile da coloro che sono degenti all’Unità Spinale e da Oncologia Medica, con l’avallo dei medici oncologici che decideranno chi può sottoporsi ad una camminata sul tapis roulant, piuttosto che ad una pedalata sulla cyclette. La monitorata attività fisica, unita alla terapia oncologica, è un sostegno fondamentale alla malattia”.

Ma non finisce qui. “A fine  novembre, con i soldi raccolti dall'Associazione, inizieranno anche i lavori per apportare migliorie al Reparto di Oncologia Medica di Perugia; carte da parati, luci, per dare una percezione meno ospedalizzata e più accogliente  a pazienti e  familiari”. 

Leo ci insegna che combattere e realizzare i propri sogni è possibile, ma se quei stessi sogni, sono anche per gli altri, allora il messaggio acquista un valore ancora più forte. Nella malattia si può trovare il coraggio di vivere ancora più intensamente, senza smettere di realizzare, progettare, sognare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento