Cronaca

"Vattene del bar, napoletano": rissa per gli insulti razzisti, in tre in tribunale

Prima gli insulti e poi la lite con distruzione di alcune fioriere in un locale alla periferia di Perugia

“Vattene dal bar, napoletano”. Insulto, minaccia, razzismo? Di sicuro il motivo scatenante per una lite con tanto di processo per lesioni e danneggiamento. Il tutto accaduto nella civilissima e accogliente città di Perugia.

Secondo il racconto fatto dalle parti, difese dagli avvocati Francesco Gatti, Marina Cancellotti e Catiuscia Righetti, ognuno cercando di difendere se stesso e accusare l'altro, un cliente era entrato in un bar alla periferia di Perugia, ma per questioni di tifo e dialetto era subito nato un battibecco con un altro avventore.

Erano volate parole grosse, sfottò e insulti. Fino ad un messaggio chiaro: “Vattene dal bar napoletano. I meridionali qui non li vogliamo”.

Dalle parole alle mani era stato il passo successivo, con due persone che si sono colpite e spintonate fuori dal locale, fino a cadere sopra delle fioriere e mandarle in frantumi e riportare diverse contusioni.

Dopo la medicazione delle ferite tutti a sporgere denuncia e poi il passaggio in tribunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vattene del bar, napoletano": rissa per gli insulti razzisti, in tre in tribunale

PerugiaToday è in caricamento