rotate-mobile
Cronaca

Insulti e minacce a Giorgia Meloni e alla figlia: indagato e perquisito un perugino

L'uomo, 45 anni, aveva già in passato oltraggiato altri politici sui social. Indagini iniziate dopo un post sulla decisione del Governo di rivedere il reddito di cittadinanza

Offese e minacce al presidente del Consiglio e alla figlia, indagato e perquisito. Personale della Digos e della Polizia postale hanno eseguito una perquisizione nei confronti di un italiano di 45 anni, residente a Perugia, ipotizzando nei suoi confronti i delitti di oltraggio e minaccia sui social network.

L'uomo tramite il proprio profilo aveva pubblicato delle frasi particolarmente offensive e minacciose contro Giorgia Meloni, condividendo fra l'altro sulla propria "bacheca" il post di altra persona dopo che si erano diffuse le prime notizie sulle modifiche da apportare al reddito di cittadinanza.

Il fatto è emerso grazie all'opera di monitoraggio condotta sul web da personale specializzato della Polizia postale di Perugia e della Digos, cui è seguita poi l'immediata identificazione del titolare dell'account, soggetto già noto per avere anche in passato pubblicato post minacciosi contro esponenti politici.

A seguito della perquisizione sono stati rilevati anche altri messaggi minatori nei confronti di altri parlamentari.

Sequestrato il computer dell’uomo e inviato nei laboratori della Scientifica per gli accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e minacce a Giorgia Meloni e alla figlia: indagato e perquisito un perugino

PerugiaToday è in caricamento