menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Distillerie di Ponte Valleceppi, dirigenza a giudizio per inquinamento

Le accuse: superamento dei limiti di legge nelle emissioni di monossido e polveri e inquinamento ambientale

Rinvio a giudizio per i due amministratori e il responsabile tecnico delle distillerie di Ponte Valleceppi.

I tre, difesi dagli avvocati Francesco Falcinelli e Michele Bromuri, sono accusati del superamento dei limiti di legge nelle emissioni di monossido e polveri e di inquinamento ambientale.

Tra le ipotesi di reato la “compromissione e deterioramento dell’aria” e “lo scarico di acque reflue industriali” attraverso un sistema che avrebbe eluso i sistemi di controllo delle autorità preposte. Oltre allo sforamento di emissioni di azoto è contestata anche l'emissione molesta di rumori.

Parti offese sono il Ministero dell’Ambiente, la Regione dell’Umbria, l'ex consigliera comunale Cristina Rosetti e I Molini di Fortebraccio, rappresentato dall’avvocato Valeria Passeri, che ha chiesto 100mila euro di risarcimento danni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento