rotate-mobile
Cronaca Umbertide

Si ribalta con il tosaerba durante una fiera e rimane ferito: niente risarcimento perché era ubriaco

La Cassazione ha ribaltato la decisione di Tribunale e Corte d'appello di Perugia, disponendo un nuovo giudizio

Rimane ferito in un incidente con il tosaerba durante una manifestazione fieristica, ma il Tribunale civile e la Corte d’appello di Perugia respingono la richiesta di risarcimento considerando “imprudente e sconsiderata la condotta dell'infortunato consistita nelle manovre compiute nel corso della prova pratica su un terreno scosceso, assolutamente inadeguato a dimostrare la funzionalità di un tosaerba normalmente usato su superfici piane ed essendo il predetto, al momento dell'incidente, in uno stato di ebrezza alcolica con concentrazioni di alcol nel sangue pari quasi al doppio della soglia limite prevista per il reato di guida in stato di ebbrezza”.

L’uomo rimasto ferito, direttore commerciale di una ditta che vende prodotti e macchinari per agricoltura e giardinaggio, aveva presento una richiesta di risarcimento per infortunio sul lavoro dopo essere rimasto “vittima di un grave incidente nel corso di una manifestazione fieristica svoltasi il 2.8.2009 ad Umbertide”, allorquando “mentre era alla guida di un tosaerba durante una dimostrazione pratica, aveva perso il controllo del mezzo e, a causa delle ferite cagionate dalle pale meccaniche del tosaerba, aveva riportato una menomazione dell’integrità psicofisica del 70%”.

I giudici di primo grado e di appello avevano considerato non attendibili le dichiarazioni dell’uomo e della moglie, amministratore unico e legale rappresentante della società, nella parte in cui “riferivano che il macchinario, coinvolto nell’incidente, era stato riparato da ... dipendente della società, e che questi aveva dimenticato di riposizionare correttamente il sistema di sicurezza).

Un altro dipendente, però, aveva testimoniato che “il tosaerba era stato consegnato al ... il giorno precedente alla manifestazione fieristica con il dispositivo di sicurezza perfettamente funzionante”. Per i giudici l’incidente era stato provocato dalle manovre azzardate dell’uomo e dal fatto che fosse ubriaco. Respingendo le richieste di risarcimento dell’uomo nei confronti dell’assicurazione.

Per la Cassazione, però, l’uomo in quel momento era da considerare dipendente a tutti gli effetti e ,quindi, sotto la responsabilità del datore di lavoro per quanto attiene la sicurezza. Da qui l’accoglimento del ricorso e il rinvio alla Corte d’appello, in diversa composizione, per un nuovo giudizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si ribalta con il tosaerba durante una fiera e rimane ferito: niente risarcimento perché era ubriaco

PerugiaToday è in caricamento