Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Indagato sindaco di Norcia per una procedura straordinaria a favore della ricostruzione: "Basta burocrazia, intervenga Mattarella"

In queste ore anche la Lega ha espresso la propria vicinanza al sindaco di Forza Italia: “C’è un apparato burocratico che vive per se stesso, indifferente rispetto alle situazioni che dovrebbe risolvere".

L'avviso di garanzia per la realizzazione di un centro polifunzionale per la terremotato Ancarano al sindaco Nicola Alemanno, simbolo della Norcia che vuole risorgere, ha creato imbarazzo, rabbia anche perchè l'indagine riguarda un aspetto meramente burocratico - procedura ordinaria o straordinaria - in mezzo ad una tragedia di un borgo distrutto, senza più identità e a forte rischio spopolamento. In difesa del sindaco Alemanno è subito scesa la Presidente Catiuscia Marini.

In queste ore anche la Lega ha espresso la propria vicinanza al sindaco di Forza Italia: “C’è un apparato burocratico che vive per se stesso, indifferente rispetto alle situazioni che dovrebbe risolvere. Esprimo piena solidarietà al Sindaco di Norcia, al Presidente e al tecnico della Pro Loco di Ancarano”. Queste le parole del Senatore Lega, Stefano Candiani “Lo scorso mese ho incontrato il commissario per la ricostruzione Paola De Micheli alla quale ho sollecitato un interessamento affinchè questo progetto fosse preso ad  esempio virtuoso, come struttura di emergenza indispensabile per una zona ad alta frequenza sismica. E’ un’ iniziativa nella quale abbiamo creduto e continueremo a farlo. E’ chiaro che c’è qualcuno che si sta divertendo a fare inceppare un sistema che già di suo ha difficoltà ad operare, il paradosso è che questo progetto, per il suo spessore, dovrebbe essere sovvenzionato dalle istituzioni, inconcepibile che vada avanti con contributi e fondi privati, nel caso specifico grazie ad associazioni di volontariato e alla generosità di alcune amministrazioni comunali”. 

La Lega Umbria, lancia poi un appello alla Presidente Marini Vice Commissario per la ricostruzione: ”Se esistono carenze dal punto di vista autorizzativo, il Commissario o il Vice hanno il potere per affrontarle, da noi, se azioni positive, riceveranno il massimo sostegno, ma bisogna impedire che ci siano sabotaggi da burocrazia cieca”.

Solidarietà al Sindaco di Norcia Nicola Alemanno anche da parte del consigliere regionale Claudio Ricci: "Quando c’è un sisma, come in una “guerra”, si deve agire rapidamente in deroga a tutte le normative altrimenti ci si blocca. È quello che sta avvenendo con pochi poteri lasciati a Comuni e Regioni e dopo un anno e mezzo ancora siamo alle “casette” che dovevano essere per l’emergenza. Addirittura un Sindaco come Nicola Alemanno (Norcia) bravo, competente e operativo (che ha fatto più di un “miracolo” vista la situazione) viene “indagato” per aver agito velocemente facendo il suo dovere: realizzare (con una donazione, quindi senza costi per lo Stato), in una zona terremota, un centro di ritrovo socio culturale e per servizi di natura pubblica. Credo che la “misura sia colma” e ora il Capo dello Stato deve intervenire in una situazione implosa nelle carte e fra le normative".

SOSTEGNO FORZA ITALIA - "Il sindaco - ha ribadto la coordinatrice regionale Catia Polidori - è stato raggiunto da avviso di garanzia per aver autorizzato la costruzione di un centro sociale polivalente nella frazione di Ancarano. Una struttura al servizio della comunità" e "in linea con le disposizioni della Protezione civile. Secondo l'interpretazione, legittima, alla base dell'avviso tale costruzione avrebbe dovuto seguire l'iter autorizzativo ordinario in quanto ritenuta opera non provvisoria e non necessaria ed urgente per dare assistenza alla popolazione durante questa emergenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagato sindaco di Norcia per una procedura straordinaria a favore della ricostruzione: "Basta burocrazia, intervenga Mattarella"

PerugiaToday è in caricamento