Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Troppe buche e automobilisti inferociti, la Procura apre un'indagine sulla E45

Cittadini in rivolta e un consigliere regionale che alla fine si è visto costretto a presentare un esposto in Procura per far luce sui quei 20 milioni spesi per rimettere a nuovo la E45, ma di fatto ancora piena di buche

La Procura di Arezzo ha aperto un fascic

Nessuno se lo aspettava, ma qualcuno ci sperava che la Procura, in questo casa di Arezzo, aprisse un fascicolo sulle buche della E45. La rivolta, infatti, alla fine è scoppiato, perché una strada così “è inaccettabile” si legge sul gruppo Facebook “Vergogna E45”.

La pietra dello scandalo è il tratto che va da San Giustino a Pieve Santo Stefano Sud. Ma tutto inizia quando viene assegnato un appalto da 20 milioni di euro. I lavoro partono ma esattamente un anno dopo, senza che nessuno dica niente, se non il consigliere regionale di Lega Nord, Gianluca Cirignoni, che tenta di avere qualche plausibile spiegazione. Il silenzio è l’unica risposta che viene concessa.

I lavori terminano, ma le buche permangono. L’esponente di Lega Nord, volendo vederci chiaro, decide di presentare quattro diversi esposti ad altrettante Procure, tra cui quella di Perugia e Arezzo. Alla fine le indagini partano inevitabilmente, forse anche a seguito della successiva sollecitazione, quindici giorni esatti dopo, da parte di alcuni cittadini che dopo aver sancito l’alleanza su Facebook hanno ben pensato di presentare anche loro un esposto, a firma di 1.700 persone, e chiedere all’Autorità giudiziaria di far luce sull’ “indecente E45”.

Automobilisti, fornitori, imprenditori. Insomma tutti indignati e c’è anche chi scrive, sempre sul gruppo Facebook, “Ogni volta che sopravvivo la E45 da Cesena verso Città di Castello mi considero un supereroe!”.

L’indagine parte senza se e senza ma. Gli esposti, infatti, fanno breccia e la Procura di Arezzo incarica la polizia stradale di Città di Castello di interessarsi all’intera vicenda. Nel frattempo Gianluca Cirignoni, sentito da PerugiaToday, fa il punto sulla questione: “La situazione è a dir poco vergognosa. Quando chiesi un accesso agli atti all’Anas mi venne risposto di ‘no’. Adesso ci troviamo con una strada piena di buche e 20 milioni di euro spesi per cosa? Non sono mai stato concorde con la trasformazione della E45 in autostrada, perché i soldi ci sono, solo che vengono spesi male”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe buche e automobilisti inferociti, la Procura apre un'indagine sulla E45

PerugiaToday è in caricamento