menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredite alle spalle e palpeggiate ovunque: il presunto molestatore resta ai domiciliari

Il tribunale della Libertà ha rigettato l'istanza di scarcerazione avanzata dalla difesa. Il presunto autore delle molestie, anche nei confronti di una minorenne, resta ai domiciliari

Il presunto "molestatore" che avrebbe aggredito le sue vittime in un parcheggio di San Giustino, resta ai domiciliari. E' quanto deciso dai giudici del tribunale del Riesame dopo l'istanza di scarcerazione avanzata dalla difesa. L'avvocato Giorgio Margheri che assiste il giovane indagato per violenza sessuale, ora sta valutando l'ipotesi di ricorrere per Cassazione (in base all'ex art 311 cpp).

Non ci sarebbero, per la difesa, elementi che provino la certezza delle condotte del 21enne, accusato di aver aggredito alle spalle e palpeggiato le vittime in almeno quattro episodi. I giudici del tribunale hanno ritenuto che l'istanza di riesame sia comunque parzialmente fondata, in quanto non sussisterebbero gravi indizi di colpevolezza relativamente a due dei quattro episodi contestati. 

I fatti risalirebbero alla fine di gennaio: teatro delle aggressioni ai danni di donne indifese, il parcheggio di una palestra, dove il presunto molestatore avrebbe costretto le sue vittime a subire atti sessuali consistiti nel palpeggiamento di parti intime.

In un altro episodio avrebbe anche molestato per strada una giovanissima di appena 16 anni, afferrandola per un braccio e proponendole esplicite richieste sessuali, interrotte solo dalla prontezza della giovane che dopo avergli sferrato un calcio, sarebbe riuscita a liberarsi dalla morsa del suo aggressore. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento