"Prima o poi qualcuno ce lascia le penne: un altro incidente a causa di animali selvatici"

Una lavoratrice vittima dell'ennesimo sinistro stradale provocato da un selvatico. La rabbia nell'area del Parco di Monte Cucco contro la Regione: "Ci deve scappare il morto per intervenire?"

foto Valentina Lupini

Meno di 24 ore una donna, una lavoratrice, ha rischiato la vita a pochi metri dal cimitero del piccolo comune di Scheggia e Pascelupo. Ancora una volta un incidente stradale provocato dall'impatto con un animale selvatico, in questo caso, un piccolo cinghiale (come dimostra la foto) che è rimastro intrappolato tra la corrozzeria e il motore. Molti i danni per l'auto e purtroppo l'animale ha avuto la peggio.

La donna ha postato tutto su Fb: "C'è gente come me che percorre tutti i giorni.....anche quattro volte al giorno queste strade con cinghiali e animali selvatici che invadono continuamente la carreggiata......prima o poi qualcuno ce lascia.le.penne.....chissa' se quel giorno.....qualcuno fara' qualcosa". Moltissimi i commenti dove si ricordano incidenti in serie, danni per oltre 5mila euro e un motociclista finito in coma dopo l'impatto con un selvatico. Tutti chiedono, essendo zona di Parco, maggiore prevenzione: dalle reti ai dissuasori acustici. Un intervento diretto da parte della Regione per mettere in sicurezza  queste strade a rischio arginando così sia la piaga degli incidenti stradali e tutelando gli animali del parco. incidente-cinghiali-foto-valentina-lupini-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

Torna su
PerugiaToday è in caricamento