"Prima o poi qualcuno ce lascia le penne: un altro incidente a causa di animali selvatici"

Una lavoratrice vittima dell'ennesimo sinistro stradale provocato da un selvatico. La rabbia nell'area del Parco di Monte Cucco contro la Regione: "Ci deve scappare il morto per intervenire?"

foto Valentina Lupini

Meno di 24 ore una donna, una lavoratrice, ha rischiato la vita a pochi metri dal cimitero del piccolo comune di Scheggia e Pascelupo. Ancora una volta un incidente stradale provocato dall'impatto con un animale selvatico, in questo caso, un piccolo cinghiale (come dimostra la foto) che è rimastro intrappolato tra la corrozzeria e il motore. Molti i danni per l'auto e purtroppo l'animale ha avuto la peggio.

La donna ha postato tutto su Fb: "C'è gente come me che percorre tutti i giorni.....anche quattro volte al giorno queste strade con cinghiali e animali selvatici che invadono continuamente la carreggiata......prima o poi qualcuno ce lascia.le.penne.....chissa' se quel giorno.....qualcuno fara' qualcosa". Moltissimi i commenti dove si ricordano incidenti in serie, danni per oltre 5mila euro e un motociclista finito in coma dopo l'impatto con un selvatico. Tutti chiedono, essendo zona di Parco, maggiore prevenzione: dalle reti ai dissuasori acustici. Un intervento diretto da parte della Regione per mettere in sicurezza  queste strade a rischio arginando così sia la piaga degli incidenti stradali e tutelando gli animali del parco. incidente-cinghiali-foto-valentina-lupini-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento