rotate-mobile
Cronaca Corciano

Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

La salma della giovane è arrivata di prima mattina, ad accoglierla già molte persone, striscioni i palloncini. Le parole di don Alessandro: "Davanti a voi l'immagine di Gesù, di chi serve prima di essere servito"

La salma di Carlotta Martellini è tornata in Italia ieri sera con un volo da Atene. Ad accompagnarla il padre, Maurizio. Poi il viaggio in Umbria, a Solomeo, il paese dove la famigla aveva abitato a lungo e dove la giovane aveva ancora molti amici.

La salma è stfunerale carlotta-2ata composta nella chiesa di San Bartolomeo in attesa del funerale che sarà celebrato dal parroco, don Alessandro Passerini, alle 9.30. Al termine del rito funebre, la giovane verrà tumulata nel cimitero di Solomeo.

Sulla piazza della chiesa già si trovano tante persone, striscioni e palloncini per salutare un'ultima volta la giovane morta in un incidente sulle strade di Mykonos.

Un lenzuolo bianco con palloncini e una frase di De André: "E come le più belle cose vivesti solo un giorno come le rose". Così è stato salutato il doloroso ritorno nella sua Solomeo di Carlotta Martellini, “angelo” volato via troppo presto o fiori appassito prima del tempo.

Amici e parenti, gli unici ad entrare nella piccola chiesa di San Bartolomeo per salultare questa giovane ragazza morta in un incidente stradale a Mykonos, in Grecia, dove si trovava a trascorrere una vacanza con le amiche dopo la fine dell’anno scolastico e delle privazioni imposte dall’emergenza sanitaria.

Il padre, la madre e sorella accanto alla bara, rientrata ieri da Atene, e le persone più care a sorreggerli di fronte a tanto dolore.

Solomeo, l'ultimo saluto a Carlotta

A celebrare il rito funebre il parrocco, don Alessandro Passerini, già docente di religione al liceo classico Mariotti a Perugia, da sempre impegnato con i ragazzi nelle tante attività parrocchiali, cui la giovane Carlotta partecipava.

"Di fronte a voi c’è l'immagine di Gesù, di colui che serve prima di essere servito - ha detto don Alessandro nella sua omelia - La modestia, l’atteggiamento di servizio verso i compagni, la scuola, sono doni che nascono da Dio, così come la partecipazione di Carlotta alle attività della nostra comunità di Solomeo. Sono vicino alle compagne di viaggio di Carlotta: ho insegnato nel liceo classico dove hanno studiato loro. Vi invito a riflettere su Maria, madre, fidanzata, sposa. Invocatela e darà pace al vostro cuore e alla vostra mente".

Tra i tanti messaggi di conforto e cordoglio, anche quello di Andrea Bocelli e della moglie Veronica: "Da quando abbiamo saputo, pesiamo a te e Maurizio, alla immensità di un dolore che oggi vi tiene sotto scacco, pensiamo al nulla che abbiamo tra le mani…per voi, nel baratro del dolore, un unico silenzioso abbraccio nella speranza che partecipiate alla nostra vicinanza. Carlotta è bellissima, è una ragazza dal sorriso disarmante, ha gli occhi che parlano…così è e sarà per sempre…è giusto continuare a vivere proprio per Carlotta".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

PerugiaToday è in caricamento