rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Terrorismo di stampo anarco-insurrezionalista: revocati i domiciliari con braccialetto elettronico a Michele Fabiani

Il Riesame ha accolto la richiesta della difesa dell'indagato portata avanti dall'avvocato Carmelo Parente

Revocati gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, a carico di Michele Fabiani, spoletino coinvolto nell’inchiesta su una presunta attività di istigazione all’eversione di matrice anarco-insurrezionalista, condotta dalla Procura di Perugia.

Il Tribunale del Riesame ha, infatti, accolto la richiesta del legale dell’indagato, l’avvocato Carmelo Parente, che nel ricorso contro la misura cautelare, aveva sottolineato come le posizioni sostenute dal suo assistito rientrassero nella sfera del reato di opinione.

L’inchiesta della Procura di Perugia, che ha incrociato le indagini partite da Milano, ruota intorno alla pubblicazione Vetriolo, stampata per la prima volta proprioo nel capoluog nel febbraio 2017, e alla presunta attività di propaganda eversiva che avrebbe avuto come fulcro il Circolaccio Anarchico di Spoleto, di cui Fabiani è un fondatore.

Nergli scritti, secondo gli inquirenti, sarebbero stati presenti incitamenti a passare all'azione eversiva e, quindi, potenzialmente pericolosi. Come pericolosi i tentativi di infiltrarsi nei movimenti no vax, in particolare quelli operanti in Lombardia, per "sfruttare" l'ondata di malcontento.

 L’inchiesta ha portato a novembre all’emissione di 6 misure di custodia, tra i destinatari Alfredo Cospito, già condannato per il ferimento di Roberto Adingli olfi, manager di Ansaldo Nucleare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrorismo di stampo anarco-insurrezionalista: revocati i domiciliari con braccialetto elettronico a Michele Fabiani

PerugiaToday è in caricamento