rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Inchiesta sanità - Rinviati a giudizio Marini, Bocci, Barberini, Duca e Valorosi

La decisione del giudice per l'udienza preliminare. Pacchiarini condannato a due anni e 8 mesi. In 31 a giudizio

Catiuscia Marini, Gianpiero Bocci, Luca Barberini, Emilio Duca e Maurizio Valorosi sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di aver commesso “una serie di delitti contro la pubblica amministrazione, nella specie abuso d’ufficio (questa accusa è caduta), rivelazione di segreti d’ufficio, peculato, falso ideologico e materiale” al fine di manipolare i “concorsi pubblici banditi dall’Azienda ospedaliera di Perugia e/o dall’Usl Umbria 1 per garantire la vittoria o il posizionamento ‘utile’ in graduatoria dei candidati preventivamente determinati dagli stessi associati”. Il tutto con l’aggravante dell’associazione per delinquere, mentre per altri capi d’imputazione è arrivato il proscioglimento.

Il gup Angela Avila ha rinviato a giudizio altri 31 imputati. Diamante Pacchiarini è stato condannato a due anni e otto mesi con il rito abbreviato e condanna alle spese processuali (mentre il risarcimento del danno all’Azienda ospedaliera e alla Regione dovrà deciderlo il giudice civile). Assolto l’imprenditore Fabio Madonnini che aveva chiesto il rito abbreviato. Quattro i patteggiamenti tra 8 mesi e 1 anni e 3 mesi per Gabriella Carnio, Roberto Ambrogi, Maurizio Dottorini e Andrea Sborzacchi, mentre per Serena Zenzeri è arrivato il non luogo a procedere e lo stralcio della posizione di Giampietro Ricci.

Il processo si aprirà il 16 marzo davanti al II collegio del Tribunale penale di Perugia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sanità - Rinviati a giudizio Marini, Bocci, Barberini, Duca e Valorosi

PerugiaToday è in caricamento