menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il centro grandi ustionati

Il centro grandi ustionati

Tenta di dar fuoco alla ex fidanzata, la scarcerazione al vaglio del Riesame: "L'ha aiutata a salvarsi"

Ora sarà il Riesame a valutare se accogliere l'istanza di scarcerazione avanzata dalla difesa (avvocato Ubaldo Minelli) o rigettarla; la decisione dovrebbe arrivare già nelle prossime ore

L'avrebbe aiutata a salvarsi, ad uscire da quelle fiamme che rischiavano di imprigionarla. Questa la tesi sostenuta dalla difesa dell'albanese 25enne finito in carcere con l'accusa di tentato omicidio nei confronti della sua ex, durante l'incendio scoppiato nell'abitazione della donna. Sarebbe stata la stessa vittima-ha spiegato il difensore dell'indagato- a raccontare al gip, che ieri è arrivato al centro grandi ustioni di Genova dove la donna è ancora ricoverata, a riferire che nonostante la natura dolosa dell'incendio, l'ex fidanzato l'avrebbe comunque aiutata ad uscire dall'abitazione in preda alle fiamme. 

Bruciata per gelosia dall'ex: notizie incoraggianti per Alessandra, acquisite immagini da alcune telecamere

Bruciata dall'ex nella sua casa, l'indagato si dice innocente e racconta la sua versione

Ora sarà il Riesame a valutare se accogliere l'istanza di scarcerazione avanzata dalla difesa (avvocato Ubaldo Minelli) o rigettarla; la decisione dovrebbe arrivare già nelle prossime ore. L'indagato si è sempre professato innocente, raccontando la sua versione dei fatti, ovvero un mero incidente avvenuto a seguito di un litigio. Ma la versione non convinse il pm che chiese per il 25enne la custodia cautelare del carcere. Ora spetterà ai giudici del tribunale della Libertà prounciarsi. La donna, intanto, resta ancora ricoverata al centro grandi ustioni di Genova. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento