menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via San Galigano, incendiato cassonetto della spazzatura e ridotto in "cenere"

Alle 6:30 di ieri mattina, i vigili del fuoco, allertati da residenti di prossimità, sono intervenuti per “domare” l'incendio

“Ecco come riduco il cassonetto”: in cenere. Accade in via San Galigano dove qualche scriteriato ha incendiato un cassonetto alle prime ore del mattino. L’hanno fatto “Un po' per celia e un po'... per non morir”, direbbe la Butterfly di Puccini, ripresa da Ettore Petrolini.

I fatti. Alle 6:30 di ieri mattina, i vigili del fuoco, allertati da residenti di prossimità, sono intervenuti per “domare”, come si dice, quel falò. In verità di materiale ce n’era rimasto ben poco. Più che altro, restava il puzzo di quella combustione. Che, tra l’altro,  pare non giovi alla salute. Alle 8:45, i solerti dipendenti della Gesenu erano sul posto per la sostituzione. E per la raccolta di quei miseri resti.

Il danno, a carico della collettività, è evidente. Ma la circostanza più preoccupante è che ci siano individui così scriteriati da trovare “divertente” o “politico” un atto del genere. Pazienza per gli incidenti che accadono per fatalità. Ma sono veramente insopportabili quelli provocati “per futilità”. Ma non ce li beccheranno mai? Ma poi, se dovessero prenderli, sarà sempre il buonismo a prevalere?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento