Umbria ancora in fiamme, brucia l'argine di un torrente a Cannaiola di Trevi

Accertamenti sulle cause del rogo a poca distanza di tempo dall'incendio che ha interessato l'oasi di Colfiorito. Vigili del fuoco al lavoro

Ancora fiamme in serata. Dopo l'incendio che ha interessato parte dell'oasi di Colfiorito, i vigili del fuoco sono stati chiamati a intervenire a Cannaiola di Trevi. In località Madonna della Stella, tre mezzi del distaccamento di Spoleto sono alle prese con un incendio che ha interessato gli argini di un torrente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accertamenti in corso per risalire alle cause del rogo, come sono in corso le verifiche per stabilire come si sia originato l'incendio che ha interessato due distinti parti della palude di Colfiorito. La presenza di almeno due focolari, a quanto appreso, farebbe ipotizzare il dolo. Ma, come detto, è ancora da accertare. Il vento, in entrambi i casi, rende l'intervento di bonifica particolarmente difficoltoso.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 18 maggio: nessun nuovo caso, aumentano ancora i guariti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento