menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi incendio alla Biondi recuperi, tolti i sigilli e dissequestrata l'area

E' stata la procura di Perugia a disporre il dissequestro dell'area interessata da un importante incendio che si era sviluppato a marzo di quest'anno

E' tornata in mano ai titolari l'area sequestrata a marzo scorso dopo che uno spaventoso incendio che aveva interessato la Biondi recuperi,  l'azienda di raccolta, trattamento e recupero rifiuti sita nel quartiere di Ponte San Giovanni. Un incendio divampato una domenica pomeriggio e per cui erano partite subito le indagini volte a far chiarezza sull'origine dell'accaduto. 

Ora la procura del capoluogo umbro ha disposto il dissequestro dell'area, tornata nella disponibilità dei titolari. Un dissequestro - come riporta il quotidiano La Nazione Umbria - subordinato ad operazioni di regolarizzazione e corretto smaltimento dei rifiuti presenti da parte dei titolari dell'impianto.

Spaventoso incendio alla Biondi Recuperi, fiamme alte e densa nube di fumo sulla città

L'incendio è divampato il 10 marzo scorso; una densa e alta colonna di fumo nero aveva messo in allarme non solo gli abitanti del quartiere, ma anche delle zone limitrofe. I vigili del fuoco avevano lavorato ore per spegnere le fiamme ed evitare ulteriori danni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento