ANNO GIUDIZIARIO - Gli avvocati protestano contro la riforma della prescrizione e per i ritardi nei pagamenti da parte dello Stato

Il presidente dell'Ordine di Perugia, Stefano Tentori Montalto: "Le criticità del sistema Giustizia sono sempre le medesime e restano inascoltate: carenza di magistrati, carenza di personale amministrativo, carenza di risorse economiche strutturali"

Il presidente dell’Ordine degli avvocati di Perugia, Stefano Tentori Montalto, è intervenuto all’inaugurazione dell’anno giudiziario anche in rappresentanza dei presidenti dell’Ordine di Terni e di Spoleto ricordando come l’avvocatura rivendichi “a sé un ruolo sociale essenziale di vigile e di custode dei diritti fondamentali degli individui, delle loro libertà e dell’autonomia delle stesse istituzioni”.

Tentori Montalto, come tutti gli Ordini in Italia, ha tenuto a precisare che “la tutela della giurisdizione passa attraverso il riconoscimento del pieno ruolo dell’avvocato in Costituzione con la sua previsione in seno all’articolo 111 che regola i principi del giusto processo”, ma l’azione del ministro Bonafede e del Parlamento appare “comprimere temi fondamentali quali quelli dell’effettivo e pieno rispetto dei principi di ragionevole durata del processo, di presunzione di innocenza, di esercizio del diritto di difesa, di assistenza dei non abbienti”.

Il 28 gennaio si è tenuta una manifestazione che “non ha precedenti nella nostra storia repubblicana ed è espressione del timore avvertito da più parti di una deriva giustizialista del nostro sistema giudiziario: il diritto di difesa e le garanzie poste a tutela dei diritti fondamentali degli individui non possono essere sacrificati e compromessi neppure a fronte di un preteso efficientismo della giurisdizione, sovente invocato in occasione di riforme rivelatesi poi inutili se non addirittura nefaste”.

Riforma che non incide sulla velocità della giustizia, a fronte di una costante sottolineatura da parte dei magistrati delle “criticità del sistema Giustizia” che sono “sempre le medesime e continuino a rimanere per lo più inascoltate: carenza di magistrati, carenza di personale amministrativo, carenza di risorse economiche strutturali”. Gravissima la situazione a Terni e a Spoleto con scoperture di organico che mettono a rischio il normale svolgimento delle attività giudiziarie.

Anche per Tentori Montalto “non è più possibile confidare soltanto nell’impegno e negli sforzi profusi dai singoli capi degli uffici giudiziari, dai singoli magistrati, dal personale amministrativo e, ci sia consentito, dalla stessa avvocatura: a costo zero o, comunque, sottocosto non si risolve nulla!”.

Anche le nuove immissioni di personale amministrativo, di giudici e di pm, non rispecchiano “le reali necessità – ha detto Tentori Montalto - I benefici per una più efficiente amministrazione della giustizia umbra non potranno essere certamente immediati e saranno verosimilmente molto contenuti”. L’avvocatura umbra “ha contribuito da tempo e tuttora contribuisce, con proprie risorse economiche e di persone, a fornire un importante ausilio alle varie cancellerie della Corte d’appello, della Procura della Repubblica di Perugia, del Tribunale di Perugia e del Tribunale per i minorenni”.

Altro problema è quello del “pagamento dei decreti di liquidazione del patrocinio a spese dello Stato” con tempi ormai dilatati e parcelle dimezzate d’ufficio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche gli avvocati, infine, sono interessati alla cittadella giudiziaria e “stando a quanto annunciato dal Ministro Bonafede davanti alle Camere nella consueta relazione sullo stato della giustizia di questi giorni, rappresento come si debba essere tutti più cautamente ottimisti vista la dichiarata volontà anche dell’attuale Governo di dar seguito al faticoso percorso già intrapreso. Vedremo insieme, auspicabilmente presto, se le parole si tradurranno in fatti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento